mercoledì 7 Dicembre 2022
HomeSanitàOrdine dei medici, Zuccarelli: “Medici in formazione ignorati dalla Regione”

Ordine dei medici, Zuccarelli: “Medici in formazione ignorati dalla Regione”

«Non è accettabile che medici in formazione, ai quali è preclusa ogni altra
possibilità lavorativa, restino per mesi in attesa di ricevere dalla Regione
quanto dovuto in forza dell’assegnazione delle borse». A dirlo è il presidente
dell’Ordine dei Medici, Chirurghi ed Odontoiatri di Napoli e provincia Bruno
Zuccarelli. La questione riguarda i giovani medici che hanno sostenuto e vinto
il concorso di formazione specifica in Medicina Generale del mese di febbraio
2022 e che lamentano di essere stati “dimenticati”, se non ignorati, dalla
Regione Campania. Stando alla denuncia dei medici che hanno ottenuto
l’assegnazione delle borse, nonostante i molti solleciti agli uffici competenti,
dal mese di maggio i soldi non sono mai stati erogati. «Una situazione per la
quale mi auguro si faccia al più presto chiarezza – conclude Zuccarelli – e sulla
quale l’Ordine dei Medici restErà vigile e, se necessario, interverrà con
fermezza».

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti