domenica 5 Dicembre 2021
HomeAttualità“Orientati al futuro”, i vincitori del bando: premiata capacità di fare innovazione,...

“Orientati al futuro”, i vincitori del bando: premiata capacità di fare innovazione, inclusione e promozione culturale

Sono 5 i progetti selezionati dall’Aps Callysto per il bando “Orientati al futuro”, lanciato in estate per incentivare i giovani a compiere i primi passi nel mondo dell’imprenditoria. Si tratta di progetti innovativi ma anche inclusivi, che prestano particolare attenzione al sociale, alla cultura, alla partecipazione e al territorio.

Weartual Reality sfrutta il concetto di realtà aumentata per consentire agli utenti della rete di provare capi di abbigliamento prima di effettuare un acquisto o di entrare in contatto con i produttori, aziende o privati.

Tamlab è un progetto che intende offrire alle persone affette da demenza con bisogni comunicativi complessi, e/o deficit cognitivi, uno strumento che dia la possibilità di integrare le terapie con app e software liberamente fruibili sul mercato.

Q-Est è pensato per valorizzare spazi pubblici del Centro Giovanile Asterix e dell’adiacente Parco Troisi di San Giovanni a Teduccio dove si terrà un festival, laboratorio aperto di comunità.

Electrokid vuole offrire uno spazio dove i giovani potranno risvegliare la loro creatività e dove potranno completamente dedicarsi alla scoperta artistica. Da qui l’idea di realizzare un atelier di creazione, composizione e registrazione musicale, rivolto ai giovani tra i 14 e i 19 anni.

Infine, Viale delle metamorfosi sarà un festival permanente d’arte contemporanea volto a investigare il tema della metamorfosi e le sue declinazioni, attraverso i linguaggi dell’arte. Per la sua prima edizione, il progetto si concentrerà sui temi riguardanti la parità di diritti e l’identità di genere.

Ai cinque progetti premiati, Callysto offrirà un sostegno tecnico e finanziario, con contributi a fondo perduto.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti