sabato 1 Aprile 2023
HomeSanitàOspedale di Castellammare di Stabia, una panchina rossa per dire no alla...

Ospedale di Castellammare di Stabia, una panchina rossa per dire no alla violenza di genere

L’8 marzo 2023, in occasione della Festa della donna, alle ore 10,30, nelle aiuole dell’ospedale San Leonardo di Castellammare di Stabia, verrà installata la “Panchina Rossa”.
All’iniziativa, curata dalla direzione di presidio con il supporto dalla struttura complessa dell’unità operativa di ostetricia e ginecologia diretta dalla dottoressa Eutalia Esposito, parteciperanno le scuole, le istituzioni territoriali e religiose, le associazioni, le forze dell’ordine, le autorità civili e militari.
Il fenomeno della violenza contro le donne purtroppo non accenna a diminuire e i dati diffusi sono allarmanti. Di fronte a questa situazione anche le istituzioni sanitarie sono chiamate a fare la propria parte.
“Realizzare all’interno dei nostri ospedali, così come già è stato fatto all’ingresso della sede della direzione generale Asl Napoli 3 Sud, una panchina rossa – spiega il direttore generale Asl Napoli 3 Sud Giuseppe Russo – credo sia un gesto semplice, ma concreto e tangibile, per diffondere un messaggio importante e contribuire a fermare la violenza di genere”.
Le panchine rosse sono state pensate come simbolo di rifiuto della violenza nei confronti delle donne. Un segno permanente di memoria e speranza.
All’interno del San Leonardo di Castellammare di Stabia è attivo il Percorso Rosa Ospedaliero per l’accoglienza e l’assistenza alle donne vittime di violenza di genere e per i loro bambini vittime di violenza assistita.
Una procedura integrata di interventi, caratterizzata da accoglienza, diagnosi, refertazione, repertazione e trattamento sanitario, senza tralasciare il necessario supporto psicologico.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti