mercoledì 21 Ottobre 2020
Home Appuntamenti Paese Mio Bello (L’Italia che cantava e canta) al Teatro Sannazaro

Paese Mio Bello (L’Italia che cantava e canta) al Teatro Sannazaro

NAPOLI. Il quartetto di voci composto da Lello Giulivo, Gianni Lamagna, Anna Spagnuolo e Patrizia Spinosi – accompagnato dalle chitarre di Michele Boné e Paolo Propoli – si esibirà venerdì 16 e sabato 17 ottobre alle ore 21 sul palco del Teatro Sannazaro in Paese Mio Bello – L’Italia che cantava e canta. Il doppio concerto sarà anche l’occasione per presentare il primo album, in uscita per Soundfly proprio il 16 ottobre e disponibile sui circuiti Feltrinelli, Mondadori e Amazon. Il disco è accompagnato dall’uscita del video di Vièneme ‘nzuonno, secondo brano tratto dall’album dei quattro artisti che, anche in tempi di lockdown e chiusure, non hanno mai smesso di creare e ricercare.

 

- Advertisement -

Paese Mio Bello è una storia d’amicizia lunga quarant’anni fatta di musica, teatro, viaggi in giro per il mondo, ricerca e studio su canto e vocalità. L’incontro artistico tra Giulivo, Lamagna, Spagnuolo e Spinosi avviene nel 1979,  in uno spettacolo con la regia di colui che è stato il loro maestro fino alla fine degli anni ’90: Roberto De Simone. Alla sua scuola si sono formati partecipando alla gran parte degli spettacoli e delle composizioni musicali messe in scena. Poi ognuno ha percorso la sua strada tra musica, teatro e cinema fino a riunirsi, nel dicembre 2018, in questo nuovo progetto che, in due anni di attività, ha girato in lungo e in largo la penisola fino alle tappe internazionali di Colonia, Francoforte e Istanbul.

Il titolo del concerto, Paese Mio Bello è stato ispirato da una raccolta di canzoni popolari registrate da immigrati italiani negli Stati Uniti d’America tra il 1911 e il 1939. Un concerto a quattro voci per cantare Napoli, l’Italia, e non solo, con lo sguardo rivolto al mondo, alle passioni e le esperienze dei protagonisti. Una scaletta che, partendo dai versi del sonetto 116 di Shakespeare, musicato e tradotto in napoletano, unisce la villanella, le opere di Pergolesi e Vinci, la canzoni degli anni ’50, i brani di Raffaele Viviani, le composizioni originali di Gianni Lamagna,  il tango argentino e il canto messicano, e un sorprendente Intermezzo Vesuviano, che all’intermezzo della Cavalleria rusticana aggiunge i versi della tradizione popolare. Un concerto che sorprende ad ogni brano, sempre in bilico tra il ricordo struggente e la voglia di innovazione, di quel nuovo che è linfa vitale per continuare a studiare e ricercare il “magico accordo” nell’armonia di quattro voci. Per il debutto del 16 ottobre ospiti speciali le SesèMamà, il gruppo tutto al femminile composto dalle napoletane Brunella Selo, Elisabetta Serio, Annalisa Madonna e Fabiana Martone.

I biglietti sono disponibili sul su Azzurro Service e al botteghino del Teatro Sannazaro al costo di 15 euro, fino a esaurimento posti, per garantire la partecipazione in sicurezza del pubblico. Il 16 e 17 ottobre, in occasione dei concerti, sarà possibile acquistare l’album nel foyer del teatro.

Paese Mio Bello – Facebook, Instagram, Youtube

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Distraeva automobilisti nelle auto, arrestato

Cercola. Carabinieri arrestano 47enne. distraeva automobilisti per rubare all'interno delle loro auto. I militari della Tenenza di Cercola hanno arrestato un 47enne di Ponticelli,...

“17 positivi in 16 ore”, allarmante l’aumento di contagi a Somma Vesuviana

Somma Vesuviana. Seguendo gli aggiornamenti sui casi di Coronavirus effettuati dal sindaco Salvatore Di Sarno scopriamo un dato allarmante: "17 positivi in 16 ore"....

D’Avino e Prisco: “Pronto piano di valorizzazione del Casamale. Ecco le novità”

Somma Vesuviana. “Pronto il Piano Unico di Valorizzazione del Borgo del Casamale, siamo ai nastri di partenza: dalla Zona a Traffico Limitato all’illuminazione artistica,...

Grave lutto per le famiglie Spadaro-Pone, è venuta a mancare la signora Rosa

Sant'Anastasia. Un grave lutto ha colpito due delle famiglie più note della città: Spadaro e Pone. È infatti venuta a mancare...

Covid, Patriarca (FI): “No a chiusura reparti di Medicina a Gragnano e Vico Equense”

La capogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale: "Pronti a collaborare col governatore ma De Luca dica la verità sui numeri". NAPOLI - «Rischiano di...
- Advertisment -