sabato 1 Ottobre 2022
HomeAttualitàParco del Vesuvio, la Comunità del Parco interviene sul regolamento

Parco del Vesuvio, la Comunità del Parco interviene sul regolamento

OTTAVIANO. Comunità del Parco Vesuvio, osservazioni al regolamento. Capasso: “Avvicinare i cittadini all’Ente”. E arriva anche il logo della Comunità. 

La comunità del Parco nazionale del Vesuvio, l’organo che rappresenta i 13 Comuni dell’area protetta, ha  espresso il suo parere al regolamento del Parco Nazionale del Vesuvio, presentando delle osservazioni e delle proposte di modifiche al testo approvato dal consiglio direttivo del Parco.

A darne notizia è il presidente della Comunità del Parco, il sindaco di Ottaviano Luca Capasso. Le osservazioni e le proposte di modifica mirano ad aumentare la fruibilità del territorio del Parco, ovviamente sempre nel rispetto delle regole, e inoltre recepiscono le osservazioni di alcune associazioni e del Consorzio di tutela del Pomodorino del Piennolo del Vesuvio. “Abbiamo lavorato per rendere il Parco una istituzione più vicina al territorio ed ai cittadini: credo che questo debba essere il principio al quale si deve ispirarsi sempre la Comunità del Parco. Ringrazio gli altri sindaci, con i quali si è sviluppata una sinergia positiva che, sono sicuro, andrà avanti nel tempo”.

Tocca ora al commissario straordinario dell’Ente Parco recepire le osservazioni e le proposte della Comunità e provvedere agli altri adempimenti di competenza per il via libera definitivo al regolamento.

La Comunità del Parco Vesuvio ha anche proposto l’adozione di un logo della Comunità stessa, realizzato gratuitamente dal grafico Ciro Granato di Elies Communication. Il logo dovrà ora essere approvato dal Ministro dell’Ambiente.

Spiega il consigliere comunale di Ottaviano Felice Picariello, che ha collaborato col sindaco Capasso per la questione: “Il nostro obiettivo è quello di aprire ai cittadini e rendere fruibile un organismo fin ora poco presente sul territorio. Avvicinare il Parco alla gente è fondamentale per lo sviluppo dell’area”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti