mercoledì 28 Luglio 2021
HomePoliticaPari Opportunità, sono 12 le donne della nuova Commissione di Sant'Anastasia

Pari Opportunità, sono 12 le donne della nuova Commissione di Sant’Anastasia

SANT’ANASTASIA. Presentate le 12 donne della nuova Commissione Pari Opportunità. In programma azioni su tutto il territorio nell’ambito delle Politiche sociali.

Nella sala consiliare del comune di Sant Anastasia si è  svolta la prevista  conferenza stampa per la presentazione della nuova Commissione cittadina per le Pari Opportunità (CPO).  L’evento è stato moderato dalla dott.ssa Carolina Marciano, membro della commissione tutta al femminile, in presenza di istituzioni, scuole, associazioni, cittadini. La proiezione di un video ha dato risalto agli  obiettivi della CPO e ha fatto scorrere le immagini delle 12 neo-componenti.  La Presidente dott.ssa Luisa Merone, al suo primo mandato, ha sottolineato la necessità di dare ascolto al territorio attraverso giuste competenze per apportare benessere alla comunità. L’ obiettivo primario  della CPO è quello di eliminare discriminazioni di ogni genere e ciò può  avvenire con azioni di cultura e legalità. Il Sindaco, Lello Abete, ha augurato loro buon lavoro, ringraziando la precedente commissione, presieduta dalla dott.zza Beneduce Francesca per le ottime iniziative portate a termine. Ha inoltre esternato la massima  disponibilità e sostegno da parte dell’Ente affinchè siano attuate pari opportunità  in tutti gli ambiti della vita civile. L’assessore  Cettina Giliberti, nel manifestare il proprio disappunto per l’assenza, ad eccezione di Alfonso Di Fraia, dei consiglieri comunali, ha sottolineato che “la capacità di fare gruppo, la voglia di proporsi e il forte entusiasmo della nuova CPO, che ha fuso vecchio e nuovo, porterà sicuramente al raggiungimento di importanti  obiettivi. Sarà però necessario cambiare il regolamento ed inserire figure  maschili”.

Alcune componenti  hanno poi  illustrato le prossime iniziative e i progetti di futura attuazione. La dott.ssa Ferraro Stefania ha parlato dell’evento del 6 marzo p.v che si terrà presso il centro Liguori di S. Anastasia, denominato “Benessere Donna “ a cura dell’associazione Under forty. Sarà l’occasione per effettuare visite senologiche e partecipare  ad un tavolo di lavoro per la prevenzione di malattie tipicamente  femminili come l’endometriosi.  L’avv. Mariangela Spadaro ha invece illustrato il progetto “Amore Inviolato” ideato dalla CPO del consiglio  dell’ordine degli avvocati di Nola, rivolto alle scuole di ogni  ordine  e grado. Si tratta  di un corso di educazione al rispetto per la prevenzione della violenza di genere. La dott.ssa Maria Maione (P.S.) ha invece illustrato la nascita di sportelli di ascolto per le famiglie che saranno istituiti presso i 4 istituti  scolastici comprensivi del territorio.  Il fine  è quello di dare voce alle problematiche  familiari di qualsiasi tipologia, veicolando le informazioni agli uffici competenti e a figure professionali  specializzate. La dott.ssa Marinella Gifuni ha parlato della serata dell’Alzheimer che si terra il  20 marzo p.v.  presso il cinema  Metropolitan, nel corso della quale verrà  istituito uno sportello di ascolto per sostenere familiari e pazienti che affrontano  questa patologia. Nel corso della conferenza stampa è intervenuta  la Presidente dell’associazione “donne Anastasiane” , dott.ssa Fiorella Ceriello,  che ha illustrato il prossimo dibattito “donne e lavoro” in programma il prossimo 5 marzo ed a cui la neo CPO darà sostegno.

Questi gli eventi programmati:

5 marzo 2015 ore 17,00 dibattito “donne e lavoro” a cura dell’Associazione Donne Anastasiane – Sala Consiliare

6 marzo dalle ore 9,30  tavolo di lavoro e visite specialistiche con il progetto  “benessere Donna “  a cura dell’ass. Under forty- centro Liguori

8 marzo ore 12,00 Santa Messa presso chiesa S. Maria La Nova per ricordare tutte le donne vittime di violenza

20 marzo ore  20,00 presso cinema Metropolitan-  Serata dell’alzheimer

a cura dell’ Associazione Sole Eventi.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti