mercoledì 8 Dicembre 2021
HomeAppuntamentiPATH2LC: la rete dei comuni dell'UE che rafforza le azioni di UCSA...

PATH2LC: la rete dei comuni dell’UE che rafforza le azioni di UCSA sul clima

L’Ufficio Comune per la Sostenibilità Ambientale (U.C.S.A.) attiva una risposta all’urgenza climatica con le reti municipali di apprendimento, per diventare enti locali a basso tenore di carbonio.

Il 23 novembre scorso, i rappresentanti e amministratori locali dei comuni dell’UCSA, l’Ufficio che coordina e pianifica molteplici attività negli ambiti energia, cambiamenti climatici e sostenibilità ambientale a supporto dei Comuni di Striano, Palma Campania, San Giuseppe Vesuviano e San Gennaro Vesuviano, hanno incontrato i loro omologhi provenienti dal Portogallo, Grecia, Paesi Bassi e Francia.
Un incontro online organizzato con l’Ufficio Comune, nell’ambito del Progetto europeo PATH2LC – Path to Low Carbon -, una rete di apprendimento comunale incentrata sui piani di azione per il clima.
L’obiettivo: diventare comuni a basse emissioni di carbonio. La loro risorsa: sono membri di una rete che offre formazione con esperti e scambi tra pari.
Una partecipazione attiva online di tanti amministratori e addetti ai lavori, appartenenti ai 5 paesi partecipanti in rappresentanza di 171 comuni, già impegnati in reti locali. Sono stati offerti dibattiti online e una sessione peer-to-peer sul coinvolgimento multi-attore organizzata da EnergyCities.
PATH2LC è un Progetto europeo gestito dall’Istituto per l’efficienza delle risorse e le strategie energetiche (IREES) con sede a Karlsruhe, in Germania. Avviato a settembre 2020, proseguirà i suoi lavori fino all’agosto 2023.
Il contributo di PATH2LC, finanziato dalla Commissione europea nell’ambito di Horizon 2020, è fornire un ambiente di supporto alle autorità locali, in modo che le loro azioni guadagnino tempo, efficienza e impatto. Mira, inoltre, a ispirare nuove reti locali in tutta Europa per replicare l’approccio della rete di apprendimento comunale e sfruttare la base di conoscenza raccolta nel progetto. Fortemente ancorata alla realtà delle transizioni locali, la rete creata dal Progetto offre ai suoi partecipanti l’opportunità di imparare da altri comuni in tutta Europa, anche per arricchirsi a vicenda. In Italia, il Progetto PATH2LC è gestito dall’Ufficio Comune per la Sostenibilità Ambientale. Nel Progetto, i Comuni dell’UCSA stanno lavorando insieme nella cornice di un approccio di rete olistico, le cosiddette rete municipali di apprendimento, con lo scopo di diventare enti locali a basso tenore di carbonio.
Con U.C.S.A., la rete locale PATH2LC affronta quei temi di transizione: mobilità, energie rinnovabili, biodiversità, stakeholder locali. La stessa identica cosa accade negli altri paesi partecipanti, quindi sono state formate 5 reti locali che condividono, internamente e tra di loro, le esperienze, i successi, le barriere che incontrano e come le superano, con il supporto di esperti.
All’indomani dell’ultimo rapporto IPCC e della COP26, sappiamo che tutti i membri della società sono tenuti ad affrontare la sfida climatica poiché la strada diventa ripida ogni anno che non raggiungiamo i nostri obiettivi.
Gli attori coinvolti a vario titolo nel Progetto sono: Institute for Resource Efficiency and Energy Strategies (IREES/Germany) in qualità di Responsabile di Progetto; Fraunhofer Institute for Systems and Innovation Research ISI (Fraunhofer/Germany), Technische Universität Wien (TU Wien/Austria), Zentrum für Energiewirtschaft und Umwelt (e-think/Austria), Energy Cities (ENC/France) come Partner scientifici; Hespul (HESP/France) per la Disseminazione; infine, Ufficio Comune per la Sostenibilità Ambientale (UCSA/Italy), Sustainable City Network (SCN/Greece), Agência Regional de Energia e Ambiente do Oeste – OesteSustentavel (Oeste/Portugal), Cities Northern Netherlands represented by City of Leeuwarden (CNNL/Netherlands), Agence Locale de la Transition Énergétique du Rhône (ALTE69/France) impegnati come Operatori delle reti locali.
Ulteriori informazioni su
www.path2lc.eu e www.ucsa.eu

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Armato aggredisce poliziotti a S.Vitaliano: 2 arresti

Nola. Ruba giubbini da 4500 euro: arrestato

Ottaviano, 200mila euro per il Palazzo Mediceo

Super green pass, sanzioni in un bar a San Giuseppe