domenica 14 Agosto 2022
HomePoliticaPetizione per il Diaz, tante firme e il sostegno dell'Opposizione

Petizione per il Diaz, tante firme e il sostegno dell’Opposizione

OTTAVIANO. In poche ore oltre 750 firme, in tanti ieri e oggi hanno raccolto l’appello di preside, docenti e studenti del liceo “Armando Diaz” di Ottaviano che chiede una sezione del liceo scientifico così come era stato deliberato dalla Città Metropolitana su input dei consiglieri di opposizione di Ottaviano e del capogruppo metropolitano del Pd Giuseppe Jossa. Decisione poi ribaltata da una delibera della giunta regionale di gennaio.
Stamattina al gazebo a firmare proprio i consiglieri comunali Andrea Nocerino e Raffaele Annunziata.
“Noi siamo sempre dalla parte della cultura”, spiega Nocerino, “ad Ottaviano c’è bisogno di un indirizzo scientifico al fine di completare l’offerta formativa per i ragazzi del nostro territorio. Ecco perchè siamo in piazza oggi per essere attori, unitamente alla scuola, di questa battaglia. Non ci arrestiamo davanti a questo ostacolo e andremo avanti, ci fermeremo soltanto quando Ottaviano avrà il suo liceo scientifico”.

Ed il dirigente Sebastiano Pesce ribadisce il concetto: “Non può fermarsi il nostro impegno per ottenere l’attivazione dello Scientifico ad Ottaviano che è funzionale ad avere un organico più allargato proprio in vista dello scorporo del liceo di Terzigno, una scuola che produce risultati attraverso i suoi studenti, meritevoli di attenzioni, non può soffrire su una carenza d’ organico che poi si riflette negativamente sull’offerta formativa stessa. Del resto la battaglia per lo scientifico ad Ottaviano è più che ventennale, tuttavia sempre barattata per qualcos’altro che non si è capito. Ora noi abbiamo avuto la delibera dalla città metropolitana che andava applicata in solido: cioè scorporo di Terzigno con attivazione dello Scientifico e non capiamo per quale motivo questa parte non sia stata applicata. Continueremo con la raccolta firme e poi certamente la battaglia continuerà anche in campo amministrativo”.

Questo il testo della petizione che si può sottoscrivere per sostenere il liceo ottavianese

Il liceo scientifico al Diaz …Un diritto negato!
Il territorio di Ottaviano fa legittima istanza di istituzione di una sezione di indirizzo scientifico, presso il liceo “Armando Diaz” di Ottaviano, per rispondere ai più ampi bisogni formativi degli studenti ottavianesi ed evitare gravosi spostamenti degli stessi presso altre sedi scolastiche, tenuto conto anche del disagio dei trasporti e dell’inutile dispendio economico. La delibera della Regione Campania n° 817 (Burc n° 2 del 4 gennaio 2017) dà luogo all’accorpamento e allo scorporo della sede di Terzigno del liceo “Armando Diaz” secondo le istanze del dpr 233/1998, recepite dalla delibera della giunta regionale n° 509, del 22 settembre 2016, ma dimentica la contestuale istituzione del liceo scientifico ad Ottaviano deliberata dal sindaco metropolitano con delibera n° 198 del 25 novembre 2016. I cittadini di Ottaviano e delle città vesuviane chiedono con la presente petizione agli organi amministrativi preposti di emendare i propri errori e di tutelare il liceo Armando Diaz di Ottaviano sede storica di educazione e formazione dei giovani e centro di promozione e diffusione culturale del territorio.

Gabriella Bellini
Gabriella Bellini è nata a Tropea (VV), giornalista professionista dal 2003, ha cominciato a lavorare nel 1994 nella redazione giornalistica di Televideo Somma, ha collaborato con Tele Oggi, Il Giornale di Napoli, Il Mattino, il Corriere del Mezzogiorno (dorso campano del Corriere della Sera), Cronaca Vera, Retenews, è stata redattore del settimanale Metropolis (poi diventato quotidiano) e di Cronache di Napoli. Ha condotto un programma di informazione e approfondimento su Radio Antenna Uno. Nel febbraio 2007 ha creato con altri colleghi il sito web laprovinciaonline.info di cui è il direttore. Dal 2017 è componente della Commissione Pari Opportunità dell'Ordine dei Giornalisti della Campania Nel 2009 ha ottenuto il prestigioso riconoscimento all’Impegno Civile del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, destinato ad un giovane cronista che si “sia distinto nel suo lavoro sul tema della diffusione della Cultura della Legalità” ottenendo così il premio nazionale “Per la Cultura della Legalità e per la Sicurezza dei Cittadini”. Nel 2012 il Premio internazionale Città di Mariglianella “Gallo d’Oro” per i “numerosi reportage sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2013 il premio “Città di Saviano, giornata per la legalità” per “L'impegno profuso a favore della promozione e diffusione dei valori della legalità". Nel 2015 menzione speciale “L’ambasciatore del sorriso” per “L’instancabile attività di reporter, votata a fotografare con sagacia le molteplici sfaccettature della nostra società”. Nel 2016 il Premio “Antonio Seraponte” con la seguente motivazione “Giornalista professionista sempre presente e puntuale nel raccontare i fatti politici e di cronaca. In poco più di un decennio a suon di bravura ha ottenuto prestigiosi riconoscimenti per essersi distinta su temi importanti come la diffusione della cultura della legalità, della sicurezza dei cittadini e per l’impegno sui temi della povertà e dell’emarginazione”. Nel 2019 il premio Napoli Cultural Classic "Donna straordinaria, esponente della stampa locale che attraverso la sua autentica e graffiante penna racconta il nostro territorio anche fuori dai confini. Sempre attenta alla realtà politico-sociale che analizza con puntualità e chiarezza, riesce a coniugare la divulgazione al grande pubblico con l'obiettività suggerita dalla grande esperienza umana che l'accompagna". Nel 2022 Premio di giornalismo “Francesco Landolfo”

Articoli recenti