giovedì 4 Marzo 2021
Home Attualità Pmi. Ferreri: "Evitare recessione imprese, bisogna tutelare attività produttive"

Pmi. Ferreri: “Evitare recessione imprese, bisogna tutelare attività produttive”

NAPOLI – «Sono onorato di assumere la guida dell’unione alimentare Confapi Napoli. Metterò la mia esperienza al servizio degli imprenditori in un momento di particolare criticità qual è quello che stiamo vivendo nella speranza di poterlo superare quanto prima».

A dirlo è Antonio Ferrieri, neo presidente dell’unione alimentare dell’associazione datoriale che riunisce le piccole e medie imprese di Napoli e provincia.

«Viviamo un contesto di grave incertezza non solo dal punto di vista sociale e sanitario, ma anche economico – ha aggiunto Ferrieri –. Di cui tutti dobbiamo farci carico senza però dimenticare che il tessuto economico-produttivo non solo della Campania ma dell’intero nostro Paese è formato dalle Pmi. E se le Pmi entrano in una fase recessiva, allora sono problemi per tutti».

«Porterò la mia esperienza e il mio impegno anche in questa nuova avventura – ha concluso Ferrieri, titolare del noto brand Cuore di Sfogliatella – per dare un contributo che sia di idee ma anche di azione. Il settore alimentare è uno degli asset trainanti della nostra economica. Bisogna tutelarlo e potenziarlo con la massima determinazione».

Il gruppo di lavoro è così inoltre costituito: vicepresidente Salvatore Velotto (Newton Consulting), consiglieri Pier Carlino (Technova), Raffaele Conte (Conserve Giaquinto), Lorenzo Zeno (Cioccolato Lorenzo Zeno) e Pasquale Cenatiempo (Vini Cenatiempo).

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti