lunedì 24 Gennaio 2022
HomePoliticaPollena. Referendum 2016, l'amministrazione sorteggia gli scrutatori

Pollena. Referendum 2016, l’amministrazione sorteggia gli scrutatori

POLLENA TROCCHIA. Referendum 2016. L’amministrazione comunale sceglie ancora una volta la strada della trasparenza e delle pari opportunità per designare gli scrutatori che saranno impegnati, il prossimo 17 aprile, nel referendum popolare abrogativo sulla possibilità di trivellazione dei giacimenti di idrocarburi entro dodici miglia dalla costa.

Dopo le amministrative del 2013, le europee del 2014 e le regionali dello scorso anno, dunque, ancora una volta la Commissione Elettorale Comunale procederà al sorteggio pubblico dei nominativi delle figure indispensabili alle operazioni di voto. “Questa scelta, nel corso degli anni, si sta consolidando sempre più, divenendo una sorta di prassi, che auspico sia confermata anche nel prossimo futuro” ha spiegato il sindaco di Pollena Trocchia, Francesco Pinto, invitando tutta la cittadinanza ad assistere al sorteggio. “Come già per il passato, la mia proposta di individuare gli scrutatori non con le nomine in una stanza chiusa, ma attraverso un sorteggio aperto al pubblico, ha incontrato la piena condivisione dell’intera Commissione Elettorale. Per questo, ringrazio i consiglieri comunali che la compongono: Lucia Andolfi, Antonietta Borrelli e Aldo Maione” ha concluso Pinto, che della Commissione riveste il ruolo di Presidente. L’appuntamento è per domani, mercoledì 23 marzo, alle ore 16.00, nell’aula consiliare “Falcone-Borsellino”: qui, i 1068 nomi dei cittadini iscritti nell’apposito albo saranno inseriti in un’urna dalla quale saranno poi estratti i 37 scrutatori titolari e gli altrettanti supplenti. Le operazioni saranno riprese dalle telecamere del blog amatoriale Informiamo Pollena Trocchia e poi pubblicate sul blog istituzionale del Comune, all’indirizzo web blogcomunedipollenatrocchia.it.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti