mercoledì 8 Dicembre 2021
HomePoliticaPollena Trocchia. L'ex assessore Fiorillo: "Consiglio comunale non rappresenta più i cittadini"

Pollena Trocchia. L’ex assessore Fiorillo: “Consiglio comunale non rappresenta più i cittadini”

Pollena Trocchia. L’ex assessore di Pollena Trocchia, Pasquale Fiorillo, denuncia una “stasi amministrativa” che determinerebbe un’assenza di risposte alle esigenze dei cittadini e del territorio.

Ecco le sue parole:

“Lunedì 22 novembre si è riunito il consiglio comunale, purtroppo non sono stato messo nelle condizione, così come prevede la legge, di poter dare il mio contributo, alla impossibilità di consultare gli atti si aggiunge anche un difetto di notifica per la convocazione. Nei prossimi giorni scriverò al prefetto perché verifichi la regolarità del Consiglio Comunale svoltosi lunedì sera.

Dopo l’ultimo Consiglio Comunale è scomparso il gruppo “Insieme Per Costruire – Carlo Esposito Sindaco” e con esso anche la dignità di alcuni.

Il Consiglio non è più rappresentativo della compagine che i cittadini hanno eletto alle consultazioni comunali del 2018. Il progetto forte che ha battuto il quorum all’ultima tornata elettorale oggi partorisce due gruppi consiliari diversi uno costituito da 12 consiglieri comunali ed il sindaco, un altro costituito dai consiglieri Riccio e Di Sarno.

Le spaccature sono una delle cause della stasi amministrativa che si traduce in una insufficiente o per meglio dire nulla risposta alle esigenze dei cittadini e del territorio.

A queste condizioni, insieme al consigliere Francesca De Siena, stiamo lavorando alla costituzione di un ulteriore gruppo consiliare, faremo opposizione in modo costruttivo e all’insegna della trasparenza. È stata una decisione sofferta ma necessaria per rispondere con coerenza al nostro elettorato e alla città tutta.
Vani sono stati in questi mesi i tentativi di ottenere dal sindaco risposte alla metamorfosi anomala che stava subendo il consiglio; altrettanto inutile è stato cercare di avere un confronto con il gruppo che sulla carta rappresenta la maggioranza ma che appare frammentato in tante piccole fazioni concentrate ciascuna su miseri giochi di palazzo anziché su un lavoro che miri alle necessità dei nostri concittadini.
Naturalmente, insieme al consigliere De Siena, resto disponibile a rappresentare le istanze di tutte le forze politiche, associative, movimenti civici e liberi cittadini che non si sentono rappresentati”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Armato aggredisce poliziotti a S.Vitaliano: 2 arresti

Nola. Ruba giubbini da 4500 euro: arrestato

Ottaviano, 200mila euro per il Palazzo Mediceo

Super green pass, sanzioni in un bar a San Giuseppe