giovedì 28 Gennaio 2021
Home Politica Pomigliano, attiva la centralina mobile per rilevare inquinanti nell’aria

Pomigliano, attiva la centralina mobile per rilevare inquinanti nell’aria

POMIGLIANO D’ARCO. Centralina mobile per rilevare inquinanti nell’aria già attiva alla scuola Frasso. L’assessore Leonilde Colombrino (Ambiente): «Renderemo noti i risultati ogni quindici giorni».

A Pomigliano d’Arco è attiva da ieri la centralina mobile per il rilevamento degli inquinanti richiesta dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Lello Russo e posizionata da Arpac (agenzia regionale per la protezione dell’ambiente Campania) presso la scuola elementare Frasso.

«Finalmente la centralina è in funzione – dice l’assessore Leonilde Colombrino – e potremo conoscere i risultati e la reale qualità dell’aria, oltre all’eventuale presenza di inquinanti, nel centro cittadino». I risultati dei rilevamenti saranno comunicati all’amministrazione comunale, da Arpac, ogni quindici giorni. «Noi provvederemo a renderli noti alla cittadinanza attraverso il sito istituzionale del Comune» – spiega l’assessore all’ambiente. Nel documento programmatico della giunta Russo c’è appunto la volontà di lavorare a stretto contatto con Arpac e Asl per garantire il corretto monitoraggio dei principali inquinanti e adottare eventualmente misure adeguate in caso si verificassero superamenti dei limiti fissati dalla normativa vigente. Tra le azioni già previste, a prescindere dai risultati dei rilevamenti, l’utilizzo di piante ed alberi collocati come filtri d’aria, misura di risanamento approvata da studi recenti italiani ed esteri che contribuisce notevolmente ad abbattere l’inquinamento da traffico veicolare.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -