sabato 1 Ottobre 2022
HomeAttualitàA Pomigliano le giostre per i bimbi diversamente abili

A Pomigliano le giostre per i bimbi diversamente abili

POMIGLIANO D’ARCO. Giostre per i bimbi diversamente abili, a Pomigliano domani saranno una realtà. A comunicarlo è Alfredo Di Salvo, Presidente Agvh (associazione genitori e volontari per la tutela dei disabili) Onlus di Pomigliano. Sono state installate nel Parco Giovanni Paolo II e domani alle 18 saranno inaugurate. Un’altalena e una girandola, quest’ultima molto importante perchè “consentirà a tutti i bambini di divertirsi insieme, senza distinzioni”.

“Proprio per questo come #OsservatorioAgvh LE abbiamo fortemente volute”, spiega Di Salvo, “perché secondo noi è un segnale che fa Cultura! E in questo l’Amministrazione comunale di Pomigliano ha prontamente accettato la nostra richiesta. Il messaggio sociale e culturale che vogliamo trasmettere è quello di abbattere le vere barriere, quelle mentali dell’indifferenza. Il suddetto parco pubblico sarà uno dei pochi parchi pubblici in Italia ad averle! Con la speranza e la costanza di credere sempre nei percorsi sociali che si intraprendono. Che questo sia realmente un segnale forte verso tanti altri contesti territoriali.
Il nostro Osservatorio per l’Abbattimento delle Barriere Architettoniche nasce proprio per questo, come “manuale di educazione civica sulla disabilità” si pone come obiettivo di evidenziare le problematiche relative alle persone con bisogni speciali, mettendo in evidenza lacune, ombre e vuoti, ponendo all’attenzione di chi opera e di chi vive i problemi che si traducono spesso in situazioni di disagio e che si riflettono negativamente su coloro che attendono risposte positive e risolutive da chi ha responsabilità, consapevoli comunque che tali risposte sono possibili con l’apporto e la buona volontà di tutti. Buona volontà che dipende molto dagli amministratori di turno, dove per noi che siamo da statuto apartitici ci confrontiamo liberamente ed è questa la nostra forza, appunto la libertà di chiedere semplicemente l’applicazione di un Diritto. Un altro aspetto fondamentale è quella famosa educazione civica di sensibilizzare al rispetto, attraverso l’informazione che cerchiamo di promuovere andando nelle scuole e creando eventi sociali”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti