sabato 22 Gennaio 2022
HomeSenza categoriaPomigliano-Nola, 1604 operai della Leonardo in cassa integrazione

Pomigliano-Nola, 1604 operai della Leonardo in cassa integrazione

Pomigliano d’Arco-Nola. Amare festività natalizie per centinaia di padri di famiglie delle nostre zone, più di mille operai della Leonardo verranno messi in cassa integrazione per tre mesi: “sospesi dal lavoro a zero ore”. “A causa di una temporanea situazione di mercato con conseguente riduzione delle commesse di lavoro, si vede costretta a chiedere l’intervento della cassa integrazione guadagni ordinari per 13 settimane”  una doccia fredda per ben 1604 operai della Leonardo, la decisione riguarda 1174 lavoratori della sede di Pomigliano e 430 di quella nolana che dal 3 gennaio rimarranno a casa fino ad aprile. Non sono solo gli stabilimenti campani coinvolti ma anche quelli di Grottaglie e Foggia, gli operai in Cigo in tutto sono 3400. Insomma un fulmine a ciel sereno che naturalmente preoccupa migliaia di famiglie. L’indignazione dei sindacati non si è fatta attendere, tra i primi a schierarsi dalla parte degli operai il segretario generale della Uilm Rocco Palombella che giudica la decisione di “inaudita gravità”. Intanto è previsto per lunedì 6 dicembre uno sciopero generale di tutto il gruppo per 8 ore e una manifestazione nazionale a Roma sotto la sede dell’azienda a piazza Montegrappa. Palombella, in una nota diffusa, spiega: “Con la manifestazione di lunedì chiederemo al Governo e all’azienda il ritiro della procedura di Cigo e l’apertura di un tavolo sulle prospettive industriali e sugli investimenti necessari per salvaguardare Leonardo da una catastrofe annunciata.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti