giovedì 29 Luglio 2021
HomePoliticaPomigliano, Rinascita presenta 2 emendamenti sul bilancio: "Dimissioni? No, ma non siamo...

Pomigliano, Rinascita presenta 2 emendamenti sul bilancio: “Dimissioni? No, ma non siamo contenti”

Pomigliano. Questa mattina nell’aula degli assessori del municipio di Pomigliano d’Arco si è tenuta una conferenza stampa di Rinascita, partito di maggioranza, per la presentazione di due emendamenti al bilancio di previsione comunale. Sono intervenuti:

  • Flora Di Monda, portavoce del gruppo di analisi al bilancio di Rinascita;
  • Antonio Avilio, Consigliere Comunale di Rinascita;
  • Vito Fender, referente alla Legalità di Rinascita;
  • Daniele De Somma, giornalista professionista e moderatore della conferenza stampa.

Rinascita, gli emendamenti proposti

Rinascita si dichiara insoddisfatta dell’attuale proposta di schema del bilancio: “Notiamo una mancanza di coraggio e strategia per questo primo bilancio. Potevamo presentare diversi emendamenti ma abbiamo preferito soffermarci soprattutto sul tema che riguarda legalità e trasparenza. Bisogna decidere da che parte stare”

Proprio questa mattina è arrivata anche la diffida del Prefetto Valentini per il comune di Pomigliano perchè non ha approvato nei termini il rendiconto di gestione. Ora il Comune avrà il termine massimo di 20 giorni dalla data di conclusione delle procedure di notifica della diffida per l’approvazione del rendiconto di gestione 2021/2023 con scadenza 31 maggio 2021 per gli enti locali che non hanno incassato le anticipazioni di liquidità.

Con il primo emendamento l’obiettivo di Rinascita è quello di fornire un supporto alle attività amministrative dell’ufficio tecnico e urbanistico al momento bloccato per via dei controlli che sta effettuando la Procura in merito a presunti abusi edilizi. Nello specifico l’emendamento vorrebbe promuovere un indagine ispettiva interna affidata a una commissione di consulenti autorevoli e indipendenti che abbia mandato di:

  • indagare e accertare presunte irregolarità dei provvedimenti in oggetto;
  • rivendicare conseguenze in ordine a eventuali irregolarità accertate e di indicare all’Amministrazione una strada da seguire;
  • verificare compatibilità interventi edilizi rispetto alla tutela del centro storico e dell’ambiente.

Tale emendamento prevede una modifica di spesa di 60 mila euro.

E’ una norma di buon senso e imprescindibile per Rinascita perchè qualifica l’azione di governo. Avremmo voluto che questa fosse un’azione spontanea del governo cittadino. Ad ogni modo, anche se la magistratura dovesse appurare che non ci sono state irregolarità in merito agli oltre 300 appartamenti sequestrati, noi faremo comunque una battaglia politica per dire “basta al cemento a Pomigliano” – le parole del Consigliere Antonio Avilio.

Il secondo emendamento, invece, fa riferimento al D.U.P nella sua SeO (Sezione operativa), parte 1, Missione08-Assetto del territorio ed edilizia abitativa si aggiunge L’amministrazione comunale, al fine di favorire virtuosi processi di legalità e trasparenza nel settore edilizio, si impegna a non fare ricorso alla procedura dell’affidamento diretto se non in casi di comprovata necessità ed urgenza

Spiega Vito Fender che “l’affidamento diretto è sicuramente una procedura più veloce, snella e non tiene conto di determinati parametri e non presuppone determinati controlli. Questo può determinare situazioni ancora poco chiare come quelle che stiamo vivendo in queste settimane, aspettando ovviamente l’esito delle indagini. Stiamo preparando anche un codice etico per amministratori, consiglieri e per coloro che si occupano della cosa pubblica

Niente dimissioni ma….

Appurata l'”insoddisfazione” di Rinascita verso questo bilancio, La Provinciaonline ha chiesto al Consigliere Avilio se ci fosse un “rischio” dimissioni dalla maggioranza:

Dimissioni no! Credo nella funzione pubblica e nella fiducia ricevuta dagli elettori ed è giusto che portiamo a termine questo percorso. Ad ogni modo ci tengo a specificare che questi emendamenti non sono oggetto di contrattazione. Vediamo nella dialettica del Consiglio comunale cosa succede ma non possiamo prescindere dal giudizio negativo su questo bilancio

In merito alla nostra domanda interviene anche il giornalista e moderatore della conferenza stampa Daniele De Somma: “Noi di Rinascita crediamo molto nell’indipendenza dei consiglieri comunali e soprattutto del nostro. Non abbiamo preso nessuna decisione a tavolino sugli aspetti della vita consiliare, anzi… Ci affidiamo a quello che è l’andamento dei vari Consigli Comunali. Infatti spesso il Consigliere Avilio si è trovato a votare diversamente rispetto alla maggioranza. Detto questo, qualora venissero fuori posizioni ufficiali di Rinascita, chiaramente sarete informati

Clicca QUI per prendere visione di tutta la conferenza stampa.

Nel frattempo, poche ore dopo la conferenza stampa, il collegio dei revisori ha dato parere favorevole ai due emendamenti.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti