giovedì 24 Giugno 2021
HomePoliticaPomigliano, Rinascita lancia la raccolta firme “Il ciclo non è un lusso”

Pomigliano, Rinascita lancia la raccolta firme “Il ciclo non è un lusso”

Pomigliano d’Arco. «Il ciclo mestruale accompagna la vita di ogni donna. Ciononostante, continua ad essere ancora un tabù e spesso le donne, di tutte le età, soprattutto nella fase adolescenziale, non si sentono comprese e subiscono discriminazioni: una di queste passa attraverso la tassazione degli assorbenti e dei prodotti alternativi». Parole del coordinamento di Rinascita, movimento politico di sinistra di Pomigliano d’Arco, che a partire da domenica 16 maggio inizierà la raccolta firme per la petizioneIl ciclo non è un lusso”, con cui chiederanno al Comune di applicare una scontistica pari alla riduzione dell’Iva dal 22 al 4% su assorbenti e prodotti alternativi venduti dalle farmacie municipalizzate. La stessa petizione chiede anche una presa di posizione politica per sensibilizzare gli enti legislatori a modificare l’importo dell’Iva su questi beni.

L’iniziativa si unisce a quella iniziata a livello nazionale dall’associazione Onde Rosa, la cui petizione online ha raccolto più di seicentomila firme.

«A Pomigliano d’Arco abbiamo la possibilità di lanciare un messaggio di civiltà e giustizia sociale – spiega  Roberta Manfrecola, – attivista di Rinascita tra le promotrici dell’iniziativa – La battaglia è partita dalla Scozia, in cui, all’unanimità si è votato anche per la distribuzione di assorbenti gratuiti nelle scuole e negli atenei, e che ha prodotto ottimi risultati anche in Francia, in Spagna, in Belgio, in Olanda e in tanti altri Paesi in Europa e nel mondo e che, finalmente, semina risultati anche in Italia». In questo modo, le attiviste e gli attivisti del movimento politico chiedono che Pomigliano si unisca alla sempre più lunga lista di Comuni che hanno, simbolicamente, ridotto o eliminato del tutto l’iva sugli assorbenti.

«È vergognoso che prodotti naturalmente necessari, come gli assorbenti, siano tassati come beni di lusso. Allo stesso modo sono considerati i pannolini e i pannoloni, per i neonati o i soggetti che soffrono di incontinenza – aggiunge Manfrecola – mentre il tartufo, simbolo nazionale di questa battaglia, viene invece considerato un bene di prima necessità, tassato al 4%».

Il progetto “Il ciclo non è un lusso” è affiancato dalla proposta “Assorbente Sospeso, con la quale si prevede la distribuzione gratuita di assorbenti all’interno delle Scuole Statali Secondarie di primo e secondo grado del territorio. «Nasce come battaglia di civiltà, – precisa il coordinamento di Rinascita – per contrastare il fenomeno del period poverty, ovvero il disagio, derivato soprattutto da ragioni economiche, a garantirsi un’igiene adeguata durante tutto il periodo mestruale».

Appuntamenti con la raccolta firme:
16/05/2021 – PIAZZA G. LEONE (dalle 11:00 alle 13:00)
23/05/2021 – PARCO DELLE ACQUE (dalle 17:00 alle 19:00)
30/05/2021 – PIAZZA REGENI (dalle 11:00 alle 13:00)
06/06/2021 – VIA TERRACCIANO (nei pressi della Chiesa del Rosario, dalle 11:00 alle 13:00)

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti