sabato 2 Luglio 2022
HomePoliticaPonticelli. Sicurezza, Marzatico: «Basta chiedere ai cittadini, ora tocca allo Stato»

Ponticelli. Sicurezza, Marzatico: «Basta chiedere ai cittadini, ora tocca allo Stato»

Napoli. Incontro sulla legalità questa mattina nella periferia est di Napoli, a prendere parte al tavolo sulla sicurezza al centro polifunzionale del quartiere Ponticelli: l’assessore al ramo Antonio De Iesu, gli organi della Prefettura partenopea, l’Arma dei carabinieri, la Polizia di Stato, le associazioni aniracket del posto, le scuole e i consiglieri di Municipalità. A chiedere una presenza massiccia di forze dell’ordine su quella striscia di terra martoriata dalla criminalità è il capo dell’opposizione, l’avvocato Stefano Marzatico che conosce a fondo le criticità dei tre quartieri che compongono la sesta Municipalità di Napoli (Ponticelli, Barra, San Giovanni): «Di tavoli sulla sicurezza ne sono stati fatti tanti ma senza alcun riscontro, si finisce quasi sempre di parlare d’altro soprattutto dei problemi che ormai conosciamo. Si dovrebbe, invece,  parlare solo ed esclusivamente della lotta alla criminalità organizzata e del perché questo territorio è in perenne guerra da oltre 30 anni.  Abbiamo bisogno di uomini, di divise e sistemi di videosorveglianza altrimenti è una lotta impari. Non possiamo pretendere che questo lavoro lo facciano i cittadini e le associazioni impegnati già sul territorio da anni.  Lo Stato dimostri la sua forza in tutte le sue funzioni. Dimostri di non averci abbandonato. I cittadini hanno donato il sangue allo Stato, le loro coscienze sono pulite. «Questa è una partita che solo lo Stato può vincere altrimenti dimostrerà di aver fallito».

Articoli recenti