lunedì 26 Settembre 2022
HomePoliticaPortici. Posti auto per i residenti allo stremo, M5S: "cittadini esasperati"

Portici. Posti auto per i residenti allo stremo, M5S: “cittadini esasperati”

A Portici raffica di multe per divieto di sosta e posti auto per i residenti allo stremo, M5S: “I cittadini sono esasperati, ci scrivono ogni giorno”.
Non smette di creare malumore il piano traffico ideato dall’amministrazione comunale, che nei mesi scorsi ha sostanzialmente aumentato gli stalli per la sosta a pagamento, diminuito i posti riservati ai residenti e aggiunto un aumento delle tariffe: per parcheggiare a Portici, occorre necessariamente inserire almeno un euro nel parchimetro. “Ormai riceviamo segnalazioni di cittadini esasperati con cadenza quotidiana – spiega Alessandro Caramiello, capogruppo M5S -. Nei mesi scorsi abbiamo denunciato decine di volte il nuovo piano per la sosta a pagamento introdotto dall’amministrazione comunale, ribadendo che i residenti avrebbero avuto problemi nel trovare parcheggio, nonché si sarebbero indignati per il caro prezzo. Oggi ci troviamo in una città “tinta di blu” e non si tratta del colore del cielo, ma delle strisce per la sosta a pagamento”.
“Ma non finisce qui – prosegue – ci arrivano segnalazioni anche relative all’aumento delle multe in città; la situazione è ormai incandescente e abbiamo appreso, tramite segnalazioni e gruppi social, che diverse decine di residenti sono pronti a contestare il Comune per le sanzioni ricevute. Noi – prosegue il capogruppo M5S – come forza politica abbiamo chiesto degli accorgimenti all’amministrazione comunale che però, continua a non ascoltare: a Portici abbiamo 36 mila auto immatricolate per poco meno di duemila stalli per residenti e migliaia di strisce blu a pagamento, è chiaro che trovare un posto auto è un’impresa. Come abbiamo suggerito occorre creare parcheggi periferici e un servizio di navette elettriche. Abbiamo individuato diverse aree, nelle quali sarebbero subito disponibili migliaia di posti auto, previsto abbonamenti mensili a prezzi agevolati per i commercianti ma questa amministrazione è sorda agli appelli dei cittadini”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti