sabato 22 Gennaio 2022
HomePoliticaPortici. Proposta M5S: “Una cittadella dedicata ai ragazzi che oggi non hanno...

Portici. Proposta M5S: “Una cittadella dedicata ai ragazzi che oggi non hanno nemmeno una biblioteca comunale”

Portici. Proseguono le proposte del Movimento 5 Stelle di Portici, pronto a introdurre una serie di iniziative e idee per i cittadini. Il focus questa volta si concentra principalmente sui giovani della città, che al momento non possono contare nemmeno sulla possibilità di utilizzare una biblioteca comunale come luogo d’aggregazione. Infatti, l’ex biblioteca pubblica di villa Savonarola è ormai chiusa da due anni al seguito del crollo di un solaio nella struttura. “Una delle nostre proposte è quella di costituire una cittadella dei giovani: un luogo di aggregazione gestito dai ragazzi, ma con il supporto di tutor specializzati per avviarli al mondo del lavoro, insieme a uno sportello dedicato all’imprenditoria giovanile, mediante Yes Start-Up, Invitalia, Resto al Sud e microcredito – spiega il Movimento   Stelle -. Un progetto che sarebbe, inoltre, rigorosamente gratuito per l’amministrazione comunale e i cittadini”.

Dunque, si punta a rendere Portici una città a misura di giovane, con lo scopo di fermare il flusso migratorio di ragazzi brillanti che lasciano la città in cerca di un futuro migliore: “Oggi viviamo in una città “dormitorio” perché non abbiamo nulla da offrire ai giovani – proseguono i consiglieri comunali – per questo immaginiamo di costituire uno spazio di aggregazione professionale, in cui i giovani hanno la possibilità di essere protagonisti. Ma purtroppo, questa proposta, non è mai passata in consiglio comunale: la maggioranza abbandonò l’aula. Oggi il risultato è che ai ragazzi di Portici non è concesso nemmeno l’utilizzo di una biblioteca comunale e noi, non possiamo fare altro che chiederci qual è la visione di città di questa amministrazione comunale, di questo sindaco che guida la città da ormai un ventennio”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti