giovedì 9 Febbraio 2023
HomeComunicati stampaPrima Convention UDG Cesare show: grande successo a Caserta

Prima Convention UDG Cesare show: grande successo a Caserta


Nella cornice mozzafiato del Belvedere San Leucio, il migliore arbitro italiano spiega ai fischietti campani il suo segreto: “Passione, motivazione e controllo delle emozioni fanno la differenza”
C’erano oltre un centinaio di ufficiali di gara, dai territoriali ai nazionali di ruolo A e B, ad assistere alla prima Convention UDG del nuovo ciclo targato Claudia Lanza. Relatore d’eccezione, il miglior arbitro italiano, Stefano Cesare, in Serie A dal 1999 e internazionale dal 2010, fischietto ai Mondiali nelle ultime quattro edizioni.

La Convention si è svolta nel Belvedere San Leucio, patrimonio Unesco, grazie al patrocinio del Comune di Caserta. Alla presenza del sindaco del capoluogo Carlo Marino, del presidente della Fipav Campania Guido Pasciari, dei consiglieri regionali Luigi Saetta e Ernesto Avitabile, dei presidenti territoriali Gaetano Cinque (CT Caserta), Carmine Menna (CT Napoli), Massimo Pessolano (CT Salerno), Stefano Cesare ha parlato e coinvolto attivamente, per circa due ore, la platea di fischietti campani.

Come annunciato dal responsabile degli arbitri campani Claudia Lanza, la lezione ha attraversato marginalmente gli aspetti tecnici per focalizzare l’attenzione sull’aspetto motivazionale del ruolo dell’arbitro. “Per me è stato un grande onore ricevere questo invito e venire a Caserta in questa splendida location – ha dichiarato Stefano Cesare – anche perché, in pochi sanno che la mia famiglia è originaria di Vitulano (BN): la Campania è anche casa mia”.

Le due ore di lezione hanno svelato un personaggio solare, che ha trovato nel sorriso e nella leggerezza una chiave per gestire e non subire le enormi pressioni a cui è sottoposto un arbitro di grande livello. “Abbiamo chiacchierato di diverse tematiche – ha spiegato Cesare – senza la presunzione di voler insegnare nulla a nessuno, ma con l’intento di avere una osmosi di informazioni tra tutti noi. Abbiamo cercato di incentrare tutto sulla ricerca dell’entusiasmo e delle motivazioni, fattori fondamentali per la carriera d’un arbitro ma anche nella vita di tutti i giorni”.

L’ultima partita dei mondiali arbitrata da Stefano Cesare, il quarto di finale tra Polonia e Stati Uniti, è stata presa in esame per analizzare, in chiave emotiva, i momenti più delicati della gara. “I momenti di difficoltà, i pensieri che ci pervadono nei passaggi più delicati: la gestione tecnica di una partita di un arbitro – spiega Cesare – è inevitabilmente condizionata dalle sue emozioni. Imparare a riconoscerle e controllarle è uno dei segreti per fare strada e non smarrirsi. Ho ricevuto molti feedback e questa grande partecipazione degli arbitri campani mi ha fatto un enorme piacere”.

La chiosa finale del responsabile Udg regionale Claudia Lanza: “Ringrazio Stefano per il prezioso contributo, ringrazio tutti i partecipanti che hanno colto in pieno lo spirito che ha animato l’organizzazione di questa prima Convention. Un momento di formazione, confronto e crescita: sono questi i punti cardine su cui stiamo fondando il nostro lavoro all’interno del settore regionale”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti