mercoledì 28 Luglio 2021
HomeAttualitàProiettile a sindaco Casola, la solidarietà di Langella (Ncd)

Proiettile a sindaco Casola, la solidarietà di Langella (Ncd)

NAPOLI. “Esprimo la mia solidarietà e quella del gruppo che rappresento, al sindaco di Casola di Napoli, Domenico Peccerillo, oggetto di una vile minaccia intimidatoria”. Così, in una nota il senatore Pietro Langella, coordinatore provinciale dell’Ncd a Napoli e presidente regionale dell’Upi (Unione Province) Campania.

“L’atto – spiega il parlamentare originario di Bocoreale, nel Vesuviano – è di una gravità inaudita e dimostra, qualora ce ne fosse stato bisogno, quanto sia difficile ‘fare politica’ sui nostri territori”. “Per fortuna – rincara la dose Langella – ai nostri amministratori il coraggio non manca. Ciononostante andrebbero maggiormente tutelati. Proprio per questo mi auguro che gli inquirenti riescano a fare ben presto chiarezza sulla natura del vergognoso episodio assicurando i responsabili alla giustizia”.
“Al sindaco Peccerillo – conclude il parlamentare – l’invito a non mollare e ad andare avanti, a testa alta e senza paura”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti