domenica 29 Gennaio 2023
HomeCronacaPunta pistola alla testa di un medico del 118 minacciandolo: “Se mia...

Punta pistola alla testa di un medico del 118 minacciandolo: “Se mia moglie muore ti sparo”

Ennesima aggressione accaduta nella tarda serata di ieri a Napoli; un uomo ha puntato una pistola alla testa di un medico del 118 e l’ha minacciato: “Se mia moglie muore ti sparo”.
Questo quanto segnalato dall’associazione Nessuno Tocchi Ippocrate ed è l’aggressione numero 65 di quest’anno.
Nel post si legge: “È successo all’equipaggio 118 del San Gennaro allertati intorno alle 21 a calata Capodichino per malore in signora anziana.
Una volta giunti sul posto il clima sembrava tranquillo, entrati nell’appartamento il marito della signora punta una pistola alla testa della Dottoressa del 118 esclamando : <<se mia moglie muore ti sparo!>>. Sono state allertate le forze dell’ordine e l’uomo è stato portato in caserma. A soccorrere la signora è intervenuto ,in supporto, l’equipaggio 118 di Ponticelli. Diagnosi per la paziente: lieve tachicardia e ricoverata al Cardarelli. L’uomo era in regolare possesso di porto d’armi e pistola, entrambi revocati stamattina dalle forze dell’ordine del commissariato poco distante dall’abitazione della paziente.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti