martedì 27 Settembre 2022
HomeAttualitàRaccolta differenziata, Giro d’Italia premia Napoli. Manfredi: "Grande riconoscimento"

Raccolta differenziata, Giro d’Italia premia Napoli. Manfredi: “Grande riconoscimento”

Napoli Il Giro d’Italia premia Napoli per la raccolta differenziata. L’organizzazione del Giro, nell’ambito del progetto di social responsibility del Giro d’Italia collegato alla raccolta differenziata nelle località di tappa, al BiciScuola e al Giro-E, denominato RIDE GREEN 2022, ha premiato i Comuni più attivi, quelli che si sono contraddistinti in occasione dell’ultima edizione quella del 2022.
Napoli si è classificata al terzo posto tra le tappe di arrivo, con l’87% di RD, rifiuto differenziato, dietro Scalea (91%) e Cuneo (87,1%), da cui la separa solo uno 0,1%. Per questo motivo la città sarà premiata il prossimo 17 ottobre a Milano.
“Fa piacere ricevere questo riconoscimento – ha commentato il sindaco del Comune e della Città Metropolitana di Napoli, Gaetano Manfredi – perché come Amministrazione stiamo investendo molte risorse economiche e professionali per imprimere una svolta rispetto al passato. Se tanti sforzi sta producendo il Comune insieme all’Asia, è sempre necessaria la partecipazione civica per il rispetto per il decoro urbano. Tale premio da parte degli organizzatori del Giro d’Italia – ha aggiunto il sindaco Manfredi – costituisce un ulteriore sprone a superare le criticità strutturali che ancora impediscono il completamento di un corretto ciclo di gestione dei rifiuti, al quale stiamo lavorando alacremente: prova ne è la celerità con la quale siamo arrivati all’espletamento della selezione per le 500 nuove unità di personale di Asia”.
La comunicazione dei risultati del Giro d’Italia Ride Green, resi noti oggi da RCS Sport, è un momento atteso dalle località di tappa, perché consente di misurare l’efficacia del contributo delle amministrazioni locali che fanno da tramite tra le società e i consorzi locali per la corretta gestione dei flussi.
Ma quello della raccolta differenziata non è l’unico dato che premia Napoli nell’ambito della sua partecipazione alla Corsa Rosa. Infatti, la tappa Napoli – Napoli (Procida Capitale Italiana della Cultura 2022) dello scorso 14 maggio, la numero 8, che ha attraversato anche i comuni di Pozzuoli, Quarto, Giugliano, Monte di Procida e Bacoli, voluta dalla Città Metropolitana per promuovere l’intera area flegrea, si è classificata al 3° posto come valore in visibilità TV mondo, con un indice quantificato – sulla base di una ricerca commissionata da RCS Sport a Nielsen – in 2 milioni e 243mila euro, decisamente superiore alla media.
Lusinghieri anche i dati di audience della TV italiana (RAI 2), con un ascolto medio di un milione e mezzo di spettatori (13%) con un picco, all’arrivo, di due milioni di telespettatori, pari al 20% di share. Una delle migliori tra le tappe non di montagna.
In ambito digitale, per la tappa di Napoli sul sito ufficiale della Corsa – www.giroditalia.it – sono state 5,6 milioni le pagine visitate, con 655mila sessioni e 492mila utenti.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti