martedì 14 Luglio 2020
Home Cronaca Estorsioni fino a 12mila euro a un imprenditore, arrestati tre uomini del...

Estorsioni fino a 12mila euro a un imprenditore, arrestati tre uomini del clan Moccia

AFRAGOLA. Racket delle estorsioni. Una colletta, “E’ per sostenere i carcerati”. E si presentavano agli imprenditori per estorcere così il “pizzo”. Oltre 12mila euro erano le richieste estorsive ad un commerciante: arrestati tre uomini che agivano in nome e per conto del clan Moccia.

Una colletta? No, è racket. Racket delle estorsioni. Quello che in gergo viene chiamato “pizzo”, quell'”offerta” – estorsiva e dalla quale non ci si può esimere – cui spesso gli imprenditori devono loro malgrado sottostare. Viene presentata come una colletta, quindi, ma è una vera e proprio estorsione, tant’è che i camorristi o presunti tali, aggiungono la frase: “Per stare tranquilli. Per continuare a lavorare”. Così agivano tre estorsori – ritenuti vicini al clan Moccia – nei confronti di diversi imprenditori di Afragola. Questi, in nome e per conto del gruppo camorristico locale, quindi, chiedevano una “colletta” ai commercianti, “E’ per sostenere i carcerati”, aggiungevano.

Nel mirino degli estorsori, c’erano soprattutto grossi imprenditori locali ed è proprio quando ad uno di questi ultimi, è giunta una richiesta di oltre 12mila euro  – 12.500 euro – da versare in un solo mese, che la vittima ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri raccontando della tentata estorsione nei suoi confronti. Dalla denuncia sono così partite le indagini da parte dei carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna. Indagini conclusesi ieri con un blitz all’alba: in manette sono finiti tre uomini, sottoposti a fermo di polizia giudiziaria emesso dalla Dda di Napoli. Si tratta di:

  • Antonio Puzio, 33 anni,
  • Antonio Cinquegrana, 40 anni,
  • Alessandro Iovinella, 40 anni.
- Advertisement -

Con i carabinieri del Nucleo investigativo di Castello di Cisterna, hanno collaborato le Compagnie di Casoria, di Castello di Cisterna e dell’elinucleo di Pontecagnano. I tre uomini fermati sono sono ritenuti responsabili di tentata estorsione aggravata da finalità mafiose ai danni dei titolari di un ingrosso di frutta e verdura. Le indagini hanno portato alla luce le “continue minacce” ricevuto nell’arco dell’ultimo mese, volte a ottenere il pagamento di 12.500 euro, per continuare a portare avanti tranquillamente l’attività, oltre che per “sostenere i carcerati” e le loro famiglie.

Nel corso del blitz sono state eseguite anche perquisizioni nelle abitazioni dei fermati. In particolare nella casa di Alessandro Iovinella, i militari dell’arma hanno trovato e sequestrato una semiautomatica di fabbricazione slava con matricola abrasa e 4 cartucce nel serbatoio.

Convalidato il fermo per tutti e tre da parte del gip di Napoli, gli arrestati sono stati trasferiti nel carcere di Secondigliano.

 

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Revoca Autostrade, Simeone: “Occasione che non può essere sprecata”

NAPOLI. Riceviamo e pubblichiamo nota del residente commissione Infrastrutture e mobilità del Consiglio comunale di Napoli Nino Simeone. "La revoca delle concessioni ad Autostrade spa,...

“Casa dell’Acqua” a Torre Annunziata. Inaugurazione

TORRE ANNUNZIATA. “Casa dell’Acqua” a Torre Annunziata, inaugurazione in Largo Andrea Marchese. E’ stata inaugurata nella mattinata di oggi, martedì 14 luglio, la prima “Casa...

Puzza, roghi e discariche. San Vitaliano scende in piazza per l’Ambiente

SAN VITALIANO – San Vitaliano scende in Piazza per rappresentare problematiche ambientali di un’intera Comunità, non solo sanvitalianese ma dell’intero agronolano-mariglianese, " perché...

Abbracciame diventa Scamazzame, l’allegra parodia di Ernesto A Foria

NAPOLI. E' fuori da ieri "Scamazzame" l'esilarante parodia del simpaticissimo Ernesto A Foria. Nel video anche l'amichevole partecipazione di Andrea Sannino. https://www.youtube.com/watch?v=ZFAEeT87XlQ Ritorna la simpatia dell'artista...

“La pittura dei Ribelli”, iniziativa nella Casa di Quartiere “Annalisa Durante”

Napoli. Ieri, 13 luglio, presso lo spazio comunale Piazza Forcella in cui opera la Biblioteca Casa di Quartiere Annalisa Durante, abbiamo trascorso delle ore...
- Advertisment -