mercoledì 21 Aprile 2021
HomeCronacaRapina nella banca di Nola, 4 ventenni i rapinatori

Rapina nella banca di Nola, 4 ventenni i rapinatori

Nola. Una banda di rapinatori poco più che ventenni sono entrati oggi in azione, alle 13 circa, con il volto travisato hanno fatto irruzione in una banca di via Variante SS7bis a Nola. Armati di taglierini, hanno minacciato il direttore e i dipendenti facendosi
consegnare la somma di 8.620 euro intimandogli altresì di aprire la
cassa del bancomat per svuotarne il contenuto.
Poco dopo sono intervenuti i poliziotti del Commissariato di Nola
che, grazie anche al supporto dei finanzieri del Gruppo di Nola,
sono entrati nell’istituto di credito ed hanno bloccato i rapinatori.
Intanto un quarto complice, rimasto all’esterno a bordo di un’auto, si
è dato alla fuga in direzione di San Vitaliano (Napoli); dopo un
lungo inseguimento, durante il quale ha tentato più volte di speronare la volante, l’uomo è stato raggiunto e bloccato ad Acerra (Napoli) dove ha perso il controllo del veicolo che si è ribaltato;
all’interno dell’auto, a cui erano state apposte delle targhe rubate lo
scorso febbraio a Parete (Caserta), è stata rinvenuta una radio
ricetrasmittente sintonizzata sugli stessi canali radio di un’altra
trovata in possesso dei rapinatori introdottisi nell’istituto di credito.
Dei quattro, tutti provenienti da Giugliano in Campania
(Napoli), Felice Palma, 28enne con precedenti di polizia, è stato
arrestato per rapina aggravata e porto di oggetti atti ad offendere
mentre gli altri tre, Francesco Cesaro, Mario Gracco e Giuseppe
Crescenzo Palma, di 27, 21 e 24 anni, i primi due con precedenti di
polizia, sono stati arrestati per rapina aggravata, porto di oggetti atti
ad offendere e sequestro di persona.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti