giovedì 24 Giugno 2021
HomeCronacaRapine nei distretti delle Asl, sgominata banda armata nel napoletano

Rapine nei distretti delle Asl, sgominata banda armata nel napoletano

Nel pomeriggio di ieri la Squadra Mobile di Napoli ha dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal GIP su richiesta della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, che ha coordinato le indagini, nei confronti di C.P. di 42 anni, P. W. di 41 anni, di M.A. di 45 anni e di P.M. di 45 anni gravemente indiziati di associazione per delinquere, rapina aggravata, porto e detenzione illegale di armi e ricettazione.

Il provvedimento cautelare è stato emesso a seguito dell’attività investigativa svolta per identificare gli autori di numerose rapine e furti, consumati e tentati, connessi nell’area Nord di Napoli, tra settembre 2020 ed aprile 2021, in danno dei distretti sanitari ASL. I rapinatori, travisati e armati di pistola, in numero di tre o quattro, una volta entrati all’interno dei Distretti ASL, immobilizzavano sia gli utenti presenti che il personale sanitario, sottraendo il denaro che si trovava all’interno dei “Totem”  o “Punto Giallo”, che è il sistema automatizzato per il pagamento del ticket ospedalieri che i malviventi aprivano utilizzando una sega smerigliatrice e arnesi atti allo scasso, riuscendo a impossessarsi delle somme versate per il pagamento delle prestazioni sanitarie. il bottino si aggirava mediamente tra i 7.000 ed i 9.000 euro; in una occasione i malviventi si sono anche impossessati della pistola in danno della guardia giurata. Il 27 aprile di quest’anno i tre delle persone nei cui confronti è stata  ieri eseguita la ordinanza cautelare erano stati tratti in arresto in flagranza dalla Sezione Antirapina per il furto commesso presso il distretto ASL di Afragola dove i malviventi si erano impossessati di circa 6.000 euro con la medesima tecnica.

Durante l’attività investigativa sono state effettuate diverse perquisizioni e sono state sequestrate autovetture rubate, targhe contraffatte, armi giocattolo in lega pesante prive del tappo rosso.

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti