venerdì 3 Dicembre 2021
HomeAppuntamentiRassegna Teatrale di Saviano: 'O Spassatiempo presenta “Madama Quatte Solde”

Rassegna Teatrale di Saviano: ‘O Spassatiempo presenta “Madama Quatte Solde”

Egea - Black Friday

SAVIANO. La seconda opera del cartellone della XIII edizione della “Rassegna Teatrale di Saviano – Città del Carnevale, memorial Carmine Mensorio”, viene proposta dalla compagnia di Tufino (Na), “’O Spassatiempo”, del presidente Francesco Tortora, domenica 27 novembre prossimo, alle ore 18:00, presso il teatro/auditorium di via Falcone e Borsellino in Saviano (Na).

Si tratta di “Madama Quatte Solde”, una commedia comica di Gaetano Di Maio, celebre commediografo di cui ricorre quest’anno il 25° anniversario della morte. La vicenda narrata è uno spaccato di vita di una famiglia napoletana, costituita da Emilia Balestrieri, suo fratello Michele ed i due figli della donna, Umberto e Sisina. La donna, soprannominata “Madama Quatte Solde”, è di umili origini e con il fratello, lavorando duramente, si è tirata fuori dall’ambiente popolare del Lavenaro dove vendeva baccalà. Ma i soldi non bastano da soli a riscattarla socialmente e farla inserire nel nuovo mondo borghese ed aristocratico a cui lei aspira. Emilia i due figli li ha avuti da una relazione con un uomo sposato di cui nessuno in famiglia ha mai saputo niente, perché lei ha raccontato che il fidanzato era andato in guerra senza più farne ritorno, utilizzando, invece, la foto di un militare a lei sconosciuto spacciandolo per il loro padre. Lei vorrebbe che suo figlio sposasse una ragazza aristocratica così da coronare il suo sogno di entrare a far parte dell’alta società. Tutto sembra andare secondo i suoi sogni, ma, all’improvviso, nella vita della nostra famigliola, entrano prepotentemente sia il padre presunto che quello vero! Ed allora? Non perdetevi gli sviluppi della vicenda.

L’Associazione socio-culturale “ ‘O Spassatiempo ” di Tufino è nata nel 2002 con l’intento di sviluppare progetti tesi alla salvaguardia dell’ambiente e del territorio e nel contempo di preservare e promuovere la cultura e la tradizione partenopea. L’esordio in pubblico è avvenuto con la rappresentazione della commedia “Don Pascà, mò passa ‘a vacca” di Petito, in Piazza Gragnano, a Tufino nel luglio 2002 , spettacolo poi successivamente riproposto a Comiziano (Na). Nel 2006 l’associazione si aggiudica il “Trofeo Carmine Mensorio ” alla rassegna teatrale di Saviano con la commedia “Nu prevete pe’ figlio” quale miglior compagnia. Dopo essersi iscritta alla FITA, la compagnia si è poi prodotta in numerose altre performance negli anni successivi fino ad oggi, portando in scena:
2002 “Don Pascà, mò passa ‘a vacca” di A. Petito
2003 “ Gennaro Belvedere, testimone cieco” di G. Di Maio
2004 “ Signori, biglietti” di G. Rescigno
2005 “Pronto? 6 e 22?” di Paola Riccora,
2006 “Cupido scherza e spazza” e “ Spacca il centesimo” di P. De Filippo
2006 “Nu prevete pe’ figlio” commedia inedita di Pietro Coppola.
2007 “Nu mese ‘o frisco” di Paola Riccora
2008 “ 14 ‘o pittore, 22 ‘a pazza” di Gaetano Di Maio
2008 “ L’avvocato de’ cause perse” di Corrado Taranto
2009 “ Attori per amore” di Girolamo Palumbo
2010 “ Mettimmece d’accordo e ‘nce vattimme” di G. Di Maio
2011 “ Nu bambeniello e tre San Giuseppe” di G. Di Maio
2012 “ E’asciuto pazzo ‘o parrucchiano” di G. Di Maio
2013 “ Un figlio per lo sceicco” di G. Rizzo
2015 “ E chi lo può dire “ di Dino Di Gennaro
2016 “ Il marito di mio figlio” di Daniele Falleri

Le rappresentazioni si sono tenute in varie località quali Nola, Comiziano, Cicciano, Cimitile, Baiano (Av), Saviano, Pago del Vallo di Lauro (Av),Trentola Ducenta (CE), Montecorvino Pugliano (Sa), Ogliastro Marina (Sa), Napoli, Torre Annunziata (Na), Cassino (FR), Sarno(Sa), Ercolano, Montepaone Lido (Cz), Rosarno (RC), Apricena (FG) e nel carcere di Lauro (Av).

Appuntamento, quindi, per domenica 27 novembre prossimo, alle ore 18:00, presso il teatro/auditorium di via Falcone e Borsellino in Saviano (Na), per due ore di divertimento puro.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti