lunedì 8 Marzo 2021
Home Attualità Reddito di cittadinanza, UIL: "Entro il 31 gennaio far redigere il nuovo...

Reddito di cittadinanza, UIL: “Entro il 31 gennaio far redigere il nuovo Isee”

Somma Vesuviana. Dalla Segreteria STU VESUVIANA riceviamo una nota che pubblichiamo.

La UIL STU VESUVIANA in linea con gli adempimenti di inizio anno e con le misure contenute nella
Legge di Bilancio, nel rinnovare alla propria Utenza e alla cittadinanza gli appuntamenti utili ai
benefici previdenziali e fiscali
INFORMA
Entro il 31 gennaio bisognerà far redigere il nuovo Isee, soprattutto per coloro i quali ricevono il
Reddito di Cittadinanza. Se non verrà rinnovato l’Isee andrà perduto l’assegno mensile a cominciare
da quello del mese in corso. Svariate sono le altre misure ed i benefici che vengono erogati
attraverso il valore Isee, per questo gli interessati possono contattare il CAF UIL di Somma
Vesuviana via Portiello n. 3 telefonando al recapito 0810122419.
Somma Vesuviana, 21 gennaio 2021 La Segreteria STU VESUVIANA

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti