venerdì 17 Settembre 2021
HomeCronacaRifiuti speciali tombati fino alla falda acquifera a Casalnuovo, sequestro

Rifiuti speciali tombati fino alla falda acquifera a Casalnuovo, sequestro

CASALNUOVO. Quattro persone avevano realizzato una discarica scavando buche profonde da raggiungere il livello della falda per lo sversamento di rifiuti speciali, pericolosi e non.

Casalnuovo - sequestro discarica rifiuti speciali tombati fino in falda
Casalnuovo – sequestro discarica rifiuti speciali tombati fino in falda

Sono stati scoperti dai carabinieri Forestali del Gruppo di Napoli che hanno sottoposto a sequestro i mezzi meccanici usati, tra i quali una escavatrice e 2 autocarri e la discarica stessa, estesa circa 3mila metri quadri e contenente 7mila metri cubi di materiali.

I militari vi hanno trovato rifiuti provenienti da cantieri di demolizione che venivano interrati e poi ricoperti con terreno vegetale prelevato da altri posti. Al momento dell’irruzione c’era ancora l’escavatore usato per interrare i rifiuti fino al livello della falda acquifera, tant’è che gli inerti vi sono finiti dentro. Oltre a inquinare suolo e sottosuolo lo sversamento ha interessato anche la falda, che viene usata per irrigare i campi circostanti.
Ora si dovrà procedere ad accertare, con gli enti competenti, una valutazione dell‘inquinamento. Il titolare della società di movimento terra e trasporti e i 4 operai sono stati denunciati.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti