mercoledì 27 Gennaio 2021
Home Attualità Riqualificazione di piazza d'Armi: verso il trasferimento al Comune dell'area

Riqualificazione di piazza d’Armi: verso il trasferimento al Comune dell’area

NOLA. Colpo di acceleratore all’iter che farà di piazza d’Armi uno dei biglietti da visita della città. Il sindaco di Nola Geremia Biancardi ha, infatti, incontrato il direttore regionale dell’Agenzia del Demanio per stabilire gli obiettivi operativi della procedura e per fissare il cronoprogramma che, in tempi brevi, farà sì che l’area diventi patrimonio della città di Nola.

All’incontro, che si è tenuto questa mattina nell’ufficio del primo cittadino, hanno partecipato anche i tecnici della città metropolitana oltre che i dirigenti del Comune e gli amministratori comunali Antonio Manzi e Roberto De Luca. Il tema della riunione è stato quello della dismissione dei beni demaniali da parte dello Stato, nell’ottica della valorizzazione del patrimonio pubblico per favorire lo sviluppo economico e sociale. Nella lista degli immobili inutilizzati anche la Caserma Principe Amedeo, costruita nel 1700 sotto Carlo III di Borbone, oltre che Piazza d’Armi. Così come disposto dal decreto Sblocca Italia, poi convertito nella legge 164 del 2014, saranno utilizzate le disposizioni per semplificare e accelerare le procedure di valorizzazione degli immobili pubblici non utilizzati, che si fondano sulla necessaria preventiva assegnazione o modifica della destinazione urbanistica. In quest’ottica il Comune di Nola si attiverà per favorire il cambio di destinazione d’uso della caserma, che potrà così essere recuperata contribuendo all’operazione di riqualificazione urbana della zona, già interessata, tra l’altro, dall’importante progetto di interramento della stazione Circum che produrrà notevoli benefici all’intero contesto.
“É questa – ha sottolineato il sindaco di Nola, Geremia Biancardi – la strada giusta per cambiare volto alla città e per restituire dignità ad un’area che deve diventare simbolo di modernità e modello di vivibilità. In virtù di un’opzione che risale a 4 anni fa quando approfittammo di una possibilità offerta dalla legge sul federalismo fiscale, annetteremo gratuitamente piazza d’Armi al nostro patrimonio comunale”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

- Advertisment -