mercoledì 5 Agosto 2020
Home Cronaca Rissa in discoteca finì a fucilate: arrestati due giovani di Somma

Rissa in discoteca finì a fucilate: arrestati due giovani di Somma

SOMMA VESUVIANA. La promessa della vendetta – esplosa a colpi di fucile – dopo quello “sguardo di troppo” alla ragazza: in arresto due giovanissimi di Somma Vesuviana. Sono Manuel Spina, 20 anni e il suo amico Domenico Palmese di 22, gli autori che, il 13 marzo scorso, presero a fucilate un giovane di Cicciano all’esterno di una discoteca a Piazzolla di Nola.

L’intera vicenda è stata, infine, ricostruita nel dettaglio dai carabinieri della stazione di Piazzolla di Nola insieme ai colleghi del Nucleo operativo di Nola, che questa mattina hanno chiuso il cerchio attorno a Manuel Spina, finito in carcere e a Domenico Palmese, quest’ultimo, invece, agli arresti domiciliari. Sono, di fatto, destinatari di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip della procura nolana per lesioni personali aggravate e per detenzione e porto illegale di arma da fuoco.

Il fatto in questione prese inizio – per futili motivi – all’interno di un locale di Piazzolla, in via San Gennaro. “Futili motivi”. In particolare, dopo che ci fu uno “sguardo di troppo” a una ragazza, si passò a vie di fatto, prima tra alcuni giovani – tra i quali anche un 24enne di Cicciano – per finire col coinvolgere due comitive. Una rissa che al momento fu sedata dagli addetti alla sicurezza del locale. Ma l’astio non venne spento tra i duellanti. E dopo qualche ora, quando tutto ormai sembrava finito, il 24enne era uscito dal locale e si stava intrattenendo con gli amici nell’area antistante l’ingresso, quando gli si avvicinò Manuel Spina. Quest’ultimo imbracciava un fucile da caccia, che poco prima aveva  preso dal portabagagli della sua auto, e iniziò a far fuoco: esplose un colpo in aria e un altro colpo lo diresse contro il giovane, che mancò di colpire ma ferendo invece alle gambe i due addetti alla sicurezza. Subito dopo intervenne anche Domenico Palmese: strappò dalle mani dell’amico Manuel il fucile ed esplose altri due colpi verso il 24enne di Cicciano, anche lui senza riuscire a colpirlo. Poi i due fuggirono. Sul luogo intervennero diverse ambulanze del 118 oltre ai militari dell’arma locale e del Nucleo operativo di Nola che avviarono subito le indagini – coordinate dalla Procura di Nola – a seguito del ferimento a colpi d’arma da fuoco di due addetti alla sicurezza della discoteca, per risalire ai fatti che hanno portato agli arresti di oggi.

- Advertisement -

 

 

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Palavolo B1 F. Nives Palmese al servizio della Luvo Barattoli Arzano

La schiacciatrice arriva in Campania dopo quattro anni trascorsi a Bologna "Vengo ad Arzano perché mi piace vincere, ho la voglia e la grinta per...

Scuole, Confapi: i fondi di sistema integrato anche alle paritarie dell’infanzia

Napoli. Stabilite le linee guida per il riparto dei 10 milioni di euro per gli istituti campani Si è tenuto, presso la sede della Regione...

Brusciano. Grazie ai suoi concittadini ritrovato Pasquale Mocerino

Brusciano. Una buona notizia. Poco dopo l'appello del sindaco Giuseppe Montanile sono stati proprio i bruscianesi a ritrovare Pasquale Mocerino. Lo annuncia direttamente il...

Brusciano. Scomparso Pasquale Mocerino, il sindaco “Aiutateci a riportarlo a casa”

BRUSCIANO. "Attiviamoci e collaboriamo con la Famiglia Mocerino per riportare a casa il caro Pasquale". L'appello del sindaco di Brusciano Giuseppe Montanile per un...

Inchiesta Ospedali Covid, Villani: “Necessario commissariare l’Asl Na1”

Inchiesta Ospedali Covid. Villani (M5S)"É necessario commissariare l'Asl Na1 e reestituire dignità alla Sanità Campana".  “L'inchiesta sugli appalti per gli ospedali Covid ha finalmente...
- Advertisment -