mercoledì 28 Settembre 2022
HomePoliticaRivolta al carcere di Poggioreale, Russo(FI): "Bomba ad orologeria"

Rivolta al carcere di Poggioreale, Russo(FI): “Bomba ad orologeria”

NAPOLI. Poggioreale, Paolo Russo (FI): “Undici mesi fa, mia interrogazione denunciava degrado. Ministro non ha risposto”

“Al carcere di Poggioreale é esplosa una bomba ad orologeria, innescata da un governo che nasconde la testa sotto la sabbia di fronte ad una scandalosa situazione che priva i carcerati della dignità di esseri umani e mette a dura prova l’incolumità dei dipendenti. Esattamente undici mesi fa presentai un’interrogazione al ministro della Giustizia che si é guardato bene dal rispondere”: così il deputato di Forza Italia Paolo Russo, coordinatore della città metropolitana di Napoli.
“Se solo il ministro si fosse preoccupato di verificare quanto segnalato nell’interrogazione avremmo evitato di scrivere un’altra pagina buia sui diritti negati e sul degrado che dentro e fuori il carcere di Poggioreale alimenta disagio e insicurezza. Invece – stigmatizza Russo – di fronte alle denunce di sovraffollamento, precarietà strutturale e carenza di personale, il ministro si é girato dall’altra parte”.
“Verificare la sussistenza dei pericoli – conclude Russo – é un dovere istituzionale e morale. Correre ai ripari dopo che si é verificato l’irreparabile é da irresponsabili e da incapaci”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti