mercoledì 2 Dicembre 2020
Home Cronaca Ruba gli infissi della scuola che ospiterà la nuova caserma dei carabinieri

Ruba gli infissi della scuola che ospiterà la nuova caserma dei carabinieri

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO. Ripulita una scuola primaria dagli infissi di tutte le finestre: arrestato per furto aggravato il ladro. L’edificio comunale dovrà ospitare la nuova stazione dei carabinieri.

G. D., 42enne, di Pollena Trocchia, già noto alle forze dell’ordine è stato fermato dai carabinieri la notte scorsa mentre scappava con la refurtiva caricata su un furgone. Stava percorrendo la strada a monte che collega i due territori di San Sebastiano e Massa di Somma. Una velocità piuttosto spedita e soprattutto ad un’ora anomala: era passata l’una di notte. Insomma un atteggiamento sospetto che non è passato inosservato ad una pattuglia dei carabinieri della tenenza di Cercola – nel corso di un servizio notturno teso al contrasto dei recenti furti verificatesi sul territorio, in particolare a Mass di Somma. I militari dell’arma, dunque, gli hanno intimato l’alt e questi in un primo momento ha cercato di dribblare l’auto dei carabinieri ma è stato bloccato e fatto uscire dal furgone. All’interno del mezzo perquisito sono stati trovati oltre una ventina di infissi in alluminio. A quel punto il 42enne avrebbe cercato di giustificare la presenza di tutto quel materiale ma dopo una veloce indagine i militari hanno ricostruito i fatti risalendo quindi al furto commesso poco prima all’interno di una scuola primaria di San Sebastiano al Vesuvio.

L’istituto “B. Ciari” – il cui edificio è di proprietà comunale – è attualmente chiuso dallo scorso anno scolastico in attesa dei lavori di riqualificazione tesi ad ospitare la nuova caserma dei carabinieri della locale stazione ma al suo interno vi è ancora conservato diverso materiale didattico nonché le numerose attrezzature. Particolari, quindi, che avrebbero spinto il ladro ad agire all’interno della scuola credendosi indisturbato e senza l’occhio vigile delle videocamere del sistema di sorveglianza. Invece è stato scoperto e arrestato per furto aggravato. Il materiale recuperato è stato restituito il mattino seguente all’amministrazione comunale di San Sebastiano, quest’ultima attualmente commissariata. Le indagini intanto non sono ancora concluse: un’ondata di furti ha praticamente preso di mira questo territorio tra Massa e San Sebastiano e ora si sta accertando l’eventuale coinvolgimento dell’arrestato anche in altri furti simili.

- Advertisement -

di Patrizia Panico – fonte Il Mattino area sud-costiera

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Farmaco introvabile, Arturo guarisce grazie al polo oncologico di Pagani

Pagani. Si conclude felicemente la storia di Arturo, ragazzo di trent’anni affetto da neoplasia uroteliale, senza alternative terapeutiche, per il quale l’unica speranza era...

“Wrong Fires For Right Hopes”: cortometraggio di giovani e studenti del territorio agro-nolano

Marigliano. L’Aquilus Productions è lieta di comunicare che è fuori, oggie ora, giovedì 26 novembre 2020, ‘Wrong Fires For Right Hopes’, un cortometraggio “giovane” il cui...

Addio a Maria Polise, aveva gestito il I° Tabacchi di Somma

Somma Vesuviana. È mancata all'affetto dei suoi cari Maria Polise, 84 anni, conosciuta come "à Tabbacara". La signora, infatti, aveva gestito con...

CAPRI. Caprisius Gin – Special Edition

Il gin ufficiale dell’isola di Capri lancia con uno spot una bottiglia-gioiello a forma di faraglione “Realizzare la Special Editiondi Caprisius è stata davvero una...

Campania, Patriarca (FI): De Siano lasci coordinamento partito

Il capogruppo regionale: «Basta politica che divide invece di unire». NAPOLI – «Il presidente Silvio Berlusconi è stato chiaro: bisogna rinnovare. Riprendere il dialogo con...
- Advertisment -