sabato 3 Dicembre 2022
HomeCronacaRudere da abbattere trasformato in villa con piscina, 2 denunciati

Rudere da abbattere trasformato in villa con piscina, 2 denunciati

TORRE DEL GRECO

. Un enorme abuso edilizio in una zona sottoposta a vincolo paesaggistico: un vecchio rudere trasformato in villa con piscina ha portato a due denunciati. I carabinieri della Stazione di Torre del Greco capoluogo hanno denunciato in stato di libertà un imprenditore edile 53enne, già noto alle forze dell’ordine, e una 38enne torrese, entrambi ritenuti responsabili della trasformazione senza alcuna autorizzazione di un rudere di 30 metri quadri oggetto di ordinanza di demolizione. Al posto del fatiscente immobile, che si trova nella traversa privata di via Sotto i Camaldoli era stata costruita una villa di 3 piani di circa 400 metri quadrati con annesse scale, viali, parcheggio e piscina di 150 metri quadrati, opere compiute senza alcuna autorizzazione del Comune e senza il parere, vincolante, della Sovrintendenza ai Beni ambientali di Napoli.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti