giovedì 3 Dicembre 2020
Home Politica S.Anastasia. Dedicato a te: Annalisa Durante, il dibattito con gli alunni

S.Anastasia. Dedicato a te: Annalisa Durante, il dibattito con gli alunni

SANT’ANASTASIA. La Legalità è stato il tema dell’incontro intitolato Dedicato a te: Annalisa Durante, che, promosso dagli alunni 3° I.C. ”Francesco D’Assisi”, si è tenuto presso la sede di via Verdi a Sant’Anastasia.

Ospite dell’iniziativa il Comandante della Polizia stradale di Caltagirone e Docente presso l’Università PEGASO, Dott. Emilio Ruggeri, che da tempo conduce nelle scuole una campagna di sensibilizzazione alla legalità rivolta proprio alla popolazione giovanile. Il Comandante Ruggeri si è soffermato in particolare sui danni provocati dalla guida sotto l’effetto di alcol o stupefacenti (con relative conseguenze amministrative e penali), richiamando i giovani presenti alla necessità del rispetto delle regole. Una dimostrazione dell’uso dell’alcol-test e la proiezione di una carrellata di “crude” immagini di incidenti stradali, che, più delle parole, hanno colpito i ragazzi e li hanno indotti a riflettere, aiutandoli a comprendere l’importanza del rispetto della legalità al fine di garantire una pacifica convivenza sociale.

L’introduzione ai lavori è toccata alla Preside Angela De Falco che ha dato la disponibilità per replicare l’evento coinvolgendo sempre più i ragazzi e le relative famiglie.

- Advertisement -

Presente all’incontro il Consigliere Comunale e membro del direttivo del CENTRO STUDI CESARE FERRARI – UNASCA (Unione Nazionale delle Autoscuole e Studi di Consulenza Automobilistica) Dott. Marco Bove, che nel suo intervento ha posto l’accento sul valore sociale della legalità.

“Occorre che l’ educazione alla legalità, finalizzata allo sviluppo del senso civico presso le nuove generazioni, sia intesa come base per garantire l’affermarsi di un’idea di comunità solidale e coesa – ha detto Marco Bove – che si riconosca nelle regole date e metta in essere le condizioni affinché le si rispettino. Presupposto necessario per la condivisione delle regole, e pertanto del rispetto, è che i cittadini cui sono rivolte possano sentirle proprie.  Coinvolgere i giovani e le loro famiglie con eventi come quello promosso oggi dall’ I. C. Francesco D’Assisi è un ottimo metodo. Peraltro, sono dell’idea che prima di rispettare una regola occorrerebbe chiedersi perché esista e, quando la si incontra, perché occorre rispettarla. Da questo ragionamento di certo si può giungere alla conclusione che la regola non vuol necessariamente dire obbligo e tantomeno punizione, ma è un mezzo tendente a favorire ed a far affermare il rispetto per il prossimo”.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Le iniziative del Parco archeologico di Ercolano per l’inclusione delle persone con disabilità

Ercolano. Si celebra giovedì 3 dicembre la Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità, evento promosso dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali,  appuntamento  istituito nel 1981,...

“Pizzaiuoli”: un presepe di pizza per il terzo anniversario dal riconoscimento dell’UNESCO

Miccù (Associazione Pizzaiuoli Napoletani): "in questo particolare momento storico valorizziamo le identità partenopee" Verrà installato lunedì 7 dicembre a partire dalle 10:30, presso la Basilica...

“Attraverso i colori”: mostra collettiva online del Museo Civico di Roccarainola

Roccarainola. Continuano gli appuntamenti on line con il Museo Civico di Roccarainola. Martedì otto dicembre verrà presentata al pubblico la Mostra collettiva di Pittura “Attraverso...

Superare la crisi economica in live stream: la Masterclass gratuita

La crisi economica provocata dalla pandemia ha colto impreparati la maggior parte degli imprenditori e dei professionisti a partita iva in Italia. Dopo un...

“Campania, castelli come musei” il nuovo libro dell’Associazione Terre di Campania

L’Associazione Culturale Terre di Campania torna a parlare dei castelli che popolano il territorio della nostra regione e lo fa con la pubblicazione dal...
- Advertisment -