mercoledì 1 Dicembre 2021
HomePoliticaS.Anastasia. Elezioni, Pavone: "No a guerra dei manifesti"

S.Anastasia. Elezioni, Pavone: “No a guerra dei manifesti”

Egea - Black Friday
SANT’ANASTASIA. Il portavoce del movimento “sìAMO ANASTASIANI – IL FUTURO CHE CI MERITIAMO” e candidato alla carica di consigliere comunale con la medesima lista: “A Sant’Anastasia l’indice di credibilità della politica è ridotto ai minimi termini. Questo è uno dei problemi da risolvere. E possiamo riuscirci solamente se assumiamo un comportamento concludente con quello che diciamo” – sostiene Ciro Pavone.
“Le parole sono importanti. Ma gli atteggiamenti lo sono ancora di più. E in questo momento siamo giustamente degli osservati speciali” – continua il candidato. “Quindi ogni nostro gesto, a partire dalla semplice affissione dei manifesti, deve essere compiuto con un altissimo senso di serietà”.
Già nei giorni scorsi Ciro Pavone aveva lanciato dal suo profilo Facebook un invito a tutti i candidati ad evitare “la solita e selvaggia corrida dei manifesti”.
“Come ho già fatto l’anno scorso, non parteciperò a questa inutile ed insensata gara che vede protagonisti i candidati a qualsiasi livello. Non serve a niente. E tra l’altro sporca il paese e crea un danno all’ambiente. Dobbiamo emanciparci. Anche sotto questo profilo”.
“I manifesti che vedrete affissi nei prossimi giorni con il mio volto saranno autorizzati e messi negli stalli appositi” – conclude Pavone

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti