venerdì 4 Dicembre 2020
Home Cronaca S.Anastasia. Muore e i suoi ricordi gettati in montagna. Il racconto

S.Anastasia. Muore e i suoi ricordi gettati in montagna. Il racconto

SANT’ANASTASIA. Libri e cd abbandonati sul sentiero che porta all’Olivella. Trovata una bolletta e un nome nei testi, si tratterebbe di una persona deceduta l’anno scorso.

Una brutta storia d’inciviltà ci è stata raccontata da un cittadino ambientalista e amante del territorio che durante una delle sue passeggiate sul Monte Somma ha rinvenuto libri e cd abbandonati all’inizio del sentiero numero 10 che porta alla sorgente dell’Olivella. Munito di guanti ha iniziato a rovistare nell’ “immondizia” con la speranza di trovare qualche indizio che potesse ricondurlo ai responsabili dell’abbandono illegale di rifiuti. Tra gli oggetti “buttati” in pieno parco nazionale del Vesuvio, è stata trovata una bolletta con un nome e cognome, lo stesso riportato all’interno dei libri.

- Advertisement -

L’uomo a cui appartenevano i testi e la bolletta sarebbe riconducibile ad una persona deceduta da circa un anno, come ci raccontano e chi ha avuto accesso alla sua casa ha pensato bene di “gettare” i suoi ricordi in montagna. Ovviamente il fatto è stato segnalato alle forze dell’ordine. Oltre alla poca sensibilità di chi ha compiuto un gesto simile c’è il reato punibile dalla legge; l’ennesimo sfregio fatto all’ambiente. Intanto ci hanno informato che la zona è stata ripulita e si spera che il prossimo trasloco avvenga all’isola ecologica e non più sulla nostra montagna oltraggiata da troppo tempo da gente senza scrupoli.

Aggiornamento

Una precisazione ci arriva dai parenti del defunto. I congiunti hanno riconosciuto gli oggetti fotografati dall’ambientalista, hanno confermato che appartenevano al parente deceduto l’anno scorso ma che loro non sono i responsabili dello sversamento. Sempre i familiari affermano che qualche giorno fa hanno delegato dei ragazzi affinché portassero gli oggetti in disuso all’isola ecologica e in maniera arbitraria hanno deciso di gettarli in montagna. Scoperta la vicenda, come raccontano, hanno provveduto a fare ripulire la zona.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Paletti in ghisa nel basolato antico, esposto alla Soprintendenza

Somma Vesuviana. Un nuovo esposto per i paletti in ghisa fatti installare dal Comune bucando il basolato del borgo medievale del Casamale. A presentarlo...

Terra dei Fuochi, “Il vice prefetto Romano all’Agenzia di Sviluppo: sancita sinergia per Action Day”

Camposano. L’incaricato per il contrasto al fenomeno dei roghi dei rifiuti in Campania, Filippo Romano, in visita alla sede dell’Agenzia di Sviluppo dei Comuni...

Una messa per ricordare Carmine, vittima del Covid

Somma Vesuviana. In tempi di Covid una preghiera, una presenza in chiesa ( rispettando le norme) é un modo per essere vicini ad una...

Amianto, l’associazione “Il Castello di Cisterna” chiede chiarimenti al sindaco

Castello di Cisterna. Una situazione presente davanti agli occhi di tutti, ora l'associazione "Il Castello di Cisterna", scrive una nota pubblica in cui chiede...

“Giallo Ocra”: il romanzo d’esordio di Giusi De Luca

Napoli. "Giallo Ocra", di Giusi De Luca, un giallo ambientato a Napoli, che fa tappa anche in Provenza. Della Bertoni editore è disponibile...
- Advertisment -