sabato 15 Maggio 2021
HomePoliticaS.Anastasia. Referendum Sociali, raccolta firme fino a giungo

S.Anastasia. Referendum Sociali, raccolta firme fino a giungo

SANT’ANASTASIA. Referendum Sociali, raccolta firme in piazza a Madonna dell’Arco fino a fine giugno. Le Organizzazioni Sindacali, la FIOM CGIL, i COBAS, le Associazioni, il PRC, SEL, il M5S, hanno aderito e costituito il 20 Aprile 2016 il Comitato Promotore dei Referendum Sociali a Sant’Anastasia.

Il Comitato si propone di stimolare processi virtuosi di coinvolgimento e discussione popolare e promuove la raccolta delle firme sui quesiti referendari al fine di contrastare le politiche neo-liberiste del Governo Renzi.

Referendum abrogativi:

Buona Scuola,

  • Contro gli eccessivi poteri dei Presidi;
  • Contro il Comitato di Valutazione;
  • Contro i soldi dati alle scuole private;
  • Contro l’alternanza scuola lavoro;

Trivelle zero

  • Sul tema ambientale, abrogare le trivellazioni in terra ed in mare;

Inceneritori

  • Bloccare il potenziamento di quelli esistenti e la costruzione di nuovi;

Petizione Popolare

  • Contro il Decreto del Ministro Madia che propone la privatizzazione dei Servizi Pubblici Locali.

IL COMITATO

sarà in Piazza Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia dal 24 Aprile 2016 e per tutte le domeniche sino a fine Giugno  c. a. con il suo banchetto per la raccolta delle firme.

 

22 Aprile 2016                                                                       Il Comitato Promotore

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti