lunedì 26 Settembre 2022
HomeCronacaS.Anastasia. Scommesse clandestine e schiamazzi notturni: la denuncia

S.Anastasia. Scommesse clandestine e schiamazzi notturni: la denuncia

SANT’ANASTASIA-POLLENA TROCCHIA. Partite di bocce notturne con scommesse clandestine, la denuncia dei residenti. A darne notizia il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

Una denuncia protocollata nei mesi scorsi al Comune di Sant’Anastasia e che ora è finita tra “le mani” o per meglio dire sulla fanpage del consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli. Alcuni residenti di via Romani Costanzi, strada “di mezzo” tra i Comuni di Sant’Anastasia e Pollena Trocchia, hanno denunciato schiamazzi notturni e la possibilità di “gioco d’azzardo clandestino”. Secondo quanto riportato nel documento protocollato, sembrerebbe che di notte gruppi di persone (formati anche da 50/60 individui) giocherebbero a bocce su quella strada, e che oltre agli “schiamazzi” che tengono sveglie intere famiglie, si scommetterebbe anche in maniera clandestina. Il consigliere dei Verdi oggi ha riportato sui social la notizia e commenta così la protesta: “I residenti di via Romani Costanzi, nei comuni di Sant’Anastasia e Pollena Trocchia, chiedono che sia messo fine al gioco d’azzardo che prende vita nella loro strada, soprattutto nei fine settimana, fino a tarda sera. Sembrerebbe infatti che alcune persone riunendosi in quella zona e recintando la strada con le loro auto giochino clandestinamente a bocce su suolo pubblico, scommettendo grosse cifre di danaro, disturbando la quiete dei residenti e danneggiando la strada.”

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti