venerdì 20 Maggio 2022
HomeAppuntamentiS.Anastasia. Teatro benefico per i profughi ucraini: iniziativa della Pro Loco

S.Anastasia. Teatro benefico per i profughi ucraini: iniziativa della Pro Loco

Sant’Anastasia. La Pro Loco di Sant’Anastasia scende in campo per sostenere il popolo ucraino, e lo fa attraverso il teatro. Con il patrocinio del Comune è previsto per venerdì 13 maggio alle 20,30 lo spettacolo “Il Medico dei pazzi” al  Metropolitan. Sarà presente il sindaco Carmine Esposito e il presidente della Pro Loco anastasiana Enrico Mele. La storica commedia “scarpettiana”  sarà messa in scena dalla compagnia teatrale Euterpe e Talìa. Con la regia di Salvatore Sannino il ricavato dello spettacolo sarà devoluto a favore dei profughi ucraini. La Pro Loco oltre all’iniziativa solidale si pone l’obiettivo di “ricominciare” la promozione culturale e sociale del territorio, attività messe da parte negli ultimi due anni a causa della pandemia. Sarà una delle farse più divertenti di Eduardo Scarpetta “O miedeco d’è pazze” a riaprire le attività dell’associazione anastasiana con la maschera ottocentesca di Felice Sciosciammocca, che in questa commedia veste gli abiti del sindaco di Roccasecca. Felice aiuta economicamente gli studi di suo nipote Ciccillo. Il giovane mente al ricco zio sia sugli studi e sia sul progetto di aprire una clinica e così monta bugie su bugie per nascondere la vita dissoluta che conduce a Napoli. Ignaro di tutto, Felice in compagnia di moglie e figliastra si presenta a sorpesa in città e Ciccillo invece di confessare fa credere al sindaco di Roccasecca che la pensione dove alloggia è la clinica psichiatrica che ha aperto grazie alle “sovvenzioni” che negli anni lo zio gli ha inviato. Gag esilaranti coinvolgeranno la maschera scarpettiana in una serie di malintesi che divertiranno per quasi due ore il pubblico in sala. Ad interpretare la celebre commedia gli attori: Danilo Rovani, Giorgio Anzuoni, Vincenzo Giugliano, Veria Ponticiello, Luca Lombardi, Elena Sottolano, Salvatore Sannino e Salvatore Catalano. «Vorrà essere un momento leggero pensando alla pace ed alla libertà dei popoli» è il commento del direttivo della Pro Loco.

 

 

 

 

Articoli recenti