mercoledì 28 Settembre 2022
HomeAppuntamentiS.Anastasia. Tornano le giornate Fai, da visitare la biblioteca di Sant’Antonio

S.Anastasia. Tornano le giornate Fai, da visitare la biblioteca di Sant’Antonio

Sant’Anastasia. A celebrare l’inizio di primavera all’insegna dell’arte a Sant’Anastasia ritornano le visite guidate nelle giornate del Fai (fondo ambiente italiano), nei giorni 28 e 29 marzo dalle 9 alle 17, questa volta il sito d’interesse è la biblioteca “padre Guido Giustiniano” nel convento di Sant’Antonio.

Il Fai dal 1975 ha salvato, restaurato e aperto al pubblico importanti testimonianze del patrimonio artistico e naturalistico italiano. La proloco di Sant’Anastasia, presente sul territorio dal 2007 con il fine di valorizzare il territorio, si è prodigata anche quest’anno di ricercare un luogo di rilievo da porre all’attenzione del Fai. Un tesoro poco conosciuto dagli stessi anastasiani, la biblioteca del convento ufficialmente entra a far parte del patrimonio culturale d’Italia, esistente già dal ‘600, con la presenza francescana riconducibile già dalla metà del 1400 quando Sant’Anastasia era ancora casale di Somma Vesuviana. La biblioteca custodisce ben sei mila volumi quasi tutti datati tra il ‘500 e ‘800, troviamo testi di agiografia, filosofia, teologia, antichi messali, raccolte di musica sacra e i fiori all’occhiello: un manoscritto del processo per la richiesta di beatificazione del servo di Dio Francesco Maione e una cinquecentina di Catone “De re rustica”. Hanno varcato la soglia della preziosa biblioteca uomini illustri che con il loro passaggio ne hanno contribuito il valore come padre Giacomo Maione che nel ‘600 donò i suoi libri quando si ritirò nel suo paese natio e i religiosi, amati dal popolo anastasiano, il venerabile Francesco Maria Castelli e il servo di Dio Francesco Maione che in questo luogo hanno messo le radici per la formazione del loro pensiero. A fare da ciceroni come gli anni passati sono gli studenti delle scuole medie e questa volta è il turno degli istituti Elsa Morante e del quarto istituto comprensivo. Il presidente della proloco Enrico Cicirelli dichiara: “quest’anno abbiamo pensato di sottoporre all’attenzione del Fai la biblioteca francescana, sito di grande importanza” conclude “ ringraziamo i dirigenti, i docenti e gli studenti che partecipano all’iniziativa e che stanno curando l’evento nei minimi dettagli”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti