venerdì 23 Aprile 2021
HomePoliticaS.Giorgio. Le domande di Arpaia (Orgoglio Campano) al sindaco

S.Giorgio. Le domande di Arpaia (Orgoglio Campano) al sindaco

SAN GIORGIO A CREMANO. Riceviamo da Gaetano Arpaia – consigliere comunale di Orgoglio Campano una nota che di seguito pubblichiamo.

Continuiamo a dire che le vie del Signore sono finite. Il Laboratorio Civico, aperto per accogliere le istanze dei cittadini, ancora una volta pone delle domande all’attuale Amministrazione. Ci è giunta notizia che per rilasciare la carta di identità elettronica l’anagrafe comunale impieghi dai 30 ai 60 giorni. Perché?
Necessita una breve premessa alla nostra domanda.
Il Comune è dotato di 3 postazioni hardware complete di software collegate on line al sistema di emissione delle CIE. Due pc sono allocati in via R. Galdieri e un pc presso IL Palazzo in piazza Carlo di Borbone.
Specificata la premessa, corre voce, invece, che giù a Palazzo di città ci sia un “recondito ufficio “ che rilascia – come previsto dalle linee guida del Ministero – la carta di identità in 6 giorni mentre in quel di via Galdieri si impiegano dai 30 ai 60 giorni.
Perché questa differenza?
Si è veloci solo per gli amici degli amici?
Sembrerebbe che qui nella parte bassa della città la prenotazione non abbia alcun valore.
Ci chiediamo: due pesi e due misure?
Cittadini di serie A e di serie B?
I SERVIZI COMUNALI non sono favori a discrezione dei potenti di turno!
Siamo a favore della Trasparenza e dell’Equità.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti