mercoledì 1 Aprile 2020
Home Politica S.Vitaliano. Manifesto della Comunicazione non ostile, la proposta

S.Vitaliano. Manifesto della Comunicazione non ostile, la proposta

SAN VITALIANO. Manifesto della Comunicazione non ostile: via libera dell’amministrazione comunale . La proposta del vicesindaco Ivana Mascia.

- Advertisement -

L’amministrazione  comunale di San Vitaliano aderisce al “Manifesto della Comunicazione non ostile”. Un progetto innovativo curato dell’Associazione Parole O-stili che rappresenta un’occasione per ridefinire lo stile con cui si sta sul web e per responsabilizzare gli utenti a scegliere con cura le parole, partendo dal presupposto che i social network, pur essendo luoghi virtuali, non sono un porto franco, ma il centro in cui si incontrano persone reali. Il via libera è stato sancito con un’apposita delibera proposta dal vicesindaco con delega alla cultura Ivana Mascia. “Oggi più che mai – afferma l’Assessore Mascia – è necessario dare regole alla comunicazione e tornare ad un linguaggio più corretto e rispettoso in ogni sua forma, principalmente sui social network che sono diventati il canale quotidiano per esprimere odio, frustrazione, diseducazione. Un fenomeno che diventa drammatico – continua il vicesindaco – quando a essere colpiti sono soggetti fragili come gli adolescenti o i personaggi pubblici nello svolgimento delle proprie funzioni o nell’ambito privato. È tempo di contrastare tutto questo partendo proprio dalla comunicazione. Per questo con il Sindaco Raimo abbiamo deciso di aderire alla proposta di ‘Parole O_Stili’ mettendoci in gioco noi per primi, con immagini e parole, a partire dai nostri profili social”. Il Manifesto è il frutto di un lavoro di partecipazione collettiva a cui hanno contribuito 300 esperti della comunicazione, del marketing, del giornalismo, utenti e appassionati della rete. Con questo provvedimento il Comune di San Vitaliano si impegna a dare attuazione del Manifesto in tutte le attività ed in tutti i canali di comunicazione, non sono online ma anche offline, e a divulgarne il contenuto sul territorio, consapevole della necessità di riportare a un uso corretto del significato delle parole per lo sviluppo di una comunità educante.

- Advertisement -
- Advertisment -
- Advertisment -

Articoli recenti

Gli avvocati scrivono a Conte per il “Riconoscimento dei diritti”

NAPOLI. Avvocatura, raccolta firme per il riconoscimento dei diritti. Riceviamo e pubblichiamo l'istanza inoltrata dagli avvocati inviata al presidente del Consiglio dei ministri, ai...

Acerra. Spesa solidale, l’aiuto dell’associazione “La Porta Aperta”

ACERRA. Spesa solidale, l'aiuto dell'associazione "La Porta Aperta". Il gran cuore degli acerrani non si ferma soprattutto durante la terribile emergenza economica causata dall'epidemia di...

Napoli. Covid19, avvocati: “No a prestazioni legali contro i medici”

NAPOLI. Campagne pubblicitarie per "assoldare" clienti contro i medici durante l'emergeza epidemiologica. L'Ordine degli avvocati di Napoli delibera l' "accertamento e il perseguimento delle...

Covid19, a Somma il bilancio dei casi positivi sale a 16

SOMMA VESUVIANA. Covid-19, oggi i casi positivi registrati sono 3, il bilancio complessivo sale a 16. Sale a 16 il bilancio dei contagiati da Covid-19...

Coronavirus. A Somma annullata la Processione del Venerdì Santo

SOMMA VESUVIANA. Covid19, annullata la processione del venerdì santo. La confraternita del "Pio e Laical Monte della morte pietà" organizzatrice della storica processione del venerdì...
- Advertisment -