Salvamare, Villani (M5S): “Una sfida globale per l’ambiente. Valido aiuto anche per il fiume Sarno”.

Dopo l’approvazione in commissione ambiente della “legge Salvamare”, il testo approderà in aula lunedì.
Approvato anche l’emendamento SalvaFiumi, un passo avanti cruciale: potrebbe essere d’aiuto per la tutela e la bonifica il fiume Sarno e dei suoi canali.
Il Ddl SalvaMare rappresenta un grande risultato ottenuto dal Movimento 5 stelle, di concerto con le altre tre forze politiche della maggioranza.
La problematica relativa alla presenza ingente di rifiuti in ambiente marino ha negli ultimi tempi assunto le dimensioni di una battaglia complessa e globale che questo disegno di legge aiuta ad affrontare. Le materie plastiche sono le componenti principali dei rifiuti marini per almeno l’85% del totale, a cui si aggiungono altri tipi di rifiuti presenti.

L’Italia è il terzo paese del Mediterraneo a disperdere più plastica nel mare, arrivando alla cifra record di 90 tonnellate al giorno: la presenza di rifiuti in mare è una sfida globale che va affrontata con politiche mirate.

Ora, finalmente i pescatori potranno portare a terra i rifiuti accidentalmente finiti nelle reti e lasciarli nelle isole ecologiche: fino ad oggi questa azione era vietata dalla legge!
Un vero paradosso che abbiamo deciso di rimuovere attraverso la legge Salvamare.
Insieme alla Direttiva Europea 2019/940/UE, in cui si punta all’adozione di misure per conseguire una riduzione ambiziosa e duratura del consumo dei prodotti di plastica monouso e, in particolare, il divieto di immissione sul mercato di determinati prodotti di plastica, rappresenta una soluzione fondamentale al problema dell’inquinamento dei nostri mari.
È un provvedimento di portata storica che aiuterà a tutelare il nostro ambiente a 360 gradi, grazie anche all’emendamento “SalvaFiumi” proposto in cui la tutela viene estesa ai corsi d’acqua e ai laghi. Infatti, con tale aggiunta alla legge SalvaMare, anche i rifiuti accidentalmente pescati nei laghi, nei fiumi, nelle lagune, o anche quelli volontariamente raccolti nelle campagna di pulizia, saranno classificati come rifiuti urbani.
Una svolta anche per i territori ed in particolare, la mia terra, le province di Napoli e Salerno: un incentivo per la bonifica e tutela del fiume Sarno.
Intanto l’impegno del MoVimento 5 Stelle in tema ambiente, continuerà senza sosta anche nei prossimi mesi con l’applicazione di questa legge, oltre che con la diffusione e la sensibilizzazione sul tema Plastic free.