giovedì 6 Ottobre 2022
HomePoliticaSan Giorgio. La città celebra le vittime della mafia

San Giorgio. La città celebra le vittime della mafia

SAN GIORGIO A CREMANO – L’Amministrazione Comunale di San Giorgio a Cremano celebrerà, venerdì 21 marzo, la diciannovesima Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie organizzata da “Libera” ed “Avviso pubblico” sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica.

Proprio insieme a “Libera” il Comune ha organizzato una serie di iniziative per la giornata, che rappresenteranno il culmine di un progetto che ha coinvolto le scuole per incoraggiare i giovani a riaffermare le ragioni della legalità e della giustizia. 

“Siamo l’unico Comune in Campania ad aver istituzionalizzato il 21 marzo come ricorrenza cittadina e quest’anno abbiamo promosso un percorso durato un mese – spiega l’assessore all’Identità Cittadina Michele Carbone – con incontri e laboratori negli istituti scolastici superiori del territorio. I ragazzi hanno realizzato degli elaborati sulla legalità ed i migliori di essi saranno premiati nel corso della “Settimana della legalità”, organizzata dal presidio territoriale di “Libera” di San Giorgio e San Sebastiano al Vesuvio, il prossimo aprile.”

Il 21 marzo, dunque, appuntamento alle 9 nella fonderia Righetti di villa Bruno alla presenza dell’assessore Carbone, del presidente del coordinamento regionale delle vittime innocenti delle mafie Alfredo Avella, del responsabile provinciale di Libera Antonio D’Amore e della responsabile del presidio territoriale Annamaria Pentella, i ragazzi di otto scuole cittadine presenteranno i loro lavori. Alle 11, i partecipanti si metteranno in marcia verso piazza Massimo Troisi, dove saranno letti tutti i nomi delle vittime della mafia in una staffetta che sarà fatta partire dal sindaco Mimmo Giorgiano e che coinvolgerà rappresentanti delle istituzioni, delle forze dell’ordine, delle scuole e tanti ragazzi.

 

 

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti