domenica 23 Gennaio 2022
HomeCronacaSan Giuseppe. Scarcerato il dirigente dell'Urbanistica e coordinatore Gal

San Giuseppe. Scarcerato il dirigente dell’Urbanistica e coordinatore Gal

SAN GIUSEPPE VESUVIANO. Il Tribunale del Riesame di Napoli annulla la misura cautelare applicata all’ingegnere Antonio Rega responsabile del Servizio Urbanistica del Comune di San Giuseppe Vesuviano, indagato nell’inchiesta che ha coinvolto undici persone per fatti avvenuti nel Comune di Pago del Vallo di Lauro.

Il Tribunale ha annullato l’ordinanza con cui il G.I.P. il 28 novemvre aveva disposto a suo carico l’applicazione della misura cautelare agli arresti domiciliari. E’ stata disposta la liberazione di Rega che è anche coordinatore del Gal “Vesuvio Verde”. Il gruppo di azione locale composto da soggetti pubblici e privati che ha lo scopo di favorire lo sviluppo locale di un’area rurale e di cui fanno parte i Comuni di Terzigno, San Giuseppe Vesuviano, Ottaviano, Somma Vesuviana, Sant’Anastasia, Pollena Trocchia, Massa di Somma e il Parco Nazionale del Vesuvio.
“Spesso dimentichiamo l’elementare concetto di civiltà che impone di non considerare già condannato un cittadino sottoposto ad un procedimento penale, qualsiasi sia la carica che rivesta o la funzione che svolga – ha commentato Vincenzo Catapano, sindaco del Comune di San Giuseppe Vesuviano – L’ordinanza del Tribunale del Riesame, invece, ci ricorda l’esatto contrario, dimostrando l’efficacia delle norme poste dal nostro ordinamento a garanzia del giusto processo. Desidero, dunque, esprimere totale ed incondizionata fiducia nell’operato della giustizia e la altrettanto incondizionata fiducia in un professionista, quale l’ing. Antonio Rega, che ha dimostrato sin da subito la sua totale estraneità a vicende che non solo lo vedono per nulla coinvolto, ma che sono totalmente estranee alla sua condotta di vita personale e familiare”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti