venerdì 1 Dicembre 2023
HomePoliticaSant' Anastasia Loading: "La città è poco sicura, dimettetevi"

Sant’ Anastasia Loading: “La città è poco sicura, dimettetevi”

Da Sant’ Anastasia Loading riceviamo una nota che pubblichiamo.

Avremmo voluto non tornarci.

Credere che le parole del primo cittadino avessero davvero un valore, una credibilità. Che non fosse il solito teatro. Invece, con grande amarezza, dobbiamo prendere atto della totale mancanza di sicurezza e di controllo sul territorio anastasiano.

Dal giorno in cui ha chiuso la caserma dei carabinieri, pochi mesi fa, sono numerosi i disagi riscontrati dai cittadini. Tante sono le segnalazioni che evidenziano difficoltà da parte dell’utenza nel ricevere un supporto adeguato alle loro esigenze. Ma l’aspetto più grave di tutta quanta la faccenda è rappresentato dal progressivo aumento dei reati.

Durante un consiglio comunale specifico, il sindaco, rivolgendosi all’opposizione, chiese un voto responsabile sulla delibera che instituiva un punto di ricezione denunce all’interno dell’ex caserma dei vigili urbani. Spiegò, sempre il sindaco, con parole rassicuranti, che nulla sarebbe cambiato in termini di presenza nel paese dei militari dell’arma, in particolare sul ruolo operativo di quel presidio. Eppure, non è così. Non sta andando affatto così. E tutto ciò ci preoccupa.

In un periodo dove la criminalità torna a fare la voce grossa non si può in alcun modo abbassare la guardia e lasciare i propri cittadini senza riferimenti. Siamo stanchi dei finti proclami, delle promesse date e non mantenute. Gli anastasiani non possono più subire questa sciatteria politica.

DIMETTETEVI.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti

Rubriche