venerdì 23 Aprile 2021
HomeAttualitàSaviano. La lettera ad Addeo: "Riapra il cimitero"

Saviano. La lettera ad Addeo: “Riapra il cimitero”

SAVIANO. Giuseppe Allocca, già candidato sindaco di Saviano scrive al vicesindaco Carmine Addeo, ora sindaco del Comune nolano, per chiedere la riapertura del cimitero. Ecco di seguito la lettera.

Al Signor Carmine Addeo, Sindaco di Saviano, che dopo la quarantena obbligatoria (sic!) riprende le sue funzioni nel Palazzo Municipale, mi permetto ricordargli, tra i tanti problemi, il culto ( quello intimo, privato, sobrio, silenzioso, senza chiasso e droni) delle persone care defunte, negatoci ora dalla pandemia. Mi piacciono sempre i Sepolcri del Foscolo; richiamo superfluo per il Sindaco e la Giunta, ne’ desidero sottrarre a loro tempo prezioso per l’eventuale rimembranza.
Il Comune di Nola con una serie di regole precauzionali, riapre il Cimitero, un primo segnale di ritorno alla normalità. Bene, sollecitiamo il Sindaco Addeo, l’Assessore ai Cimiteri, la Giunta a trovare un po’ di tempo per una opportuna, ma credo dovuta, riflessione e farci sapere al più presto; una risposta laica anche per gli operatori della filiera florovivaistica duramente colpiti dal virus. Infondo gli Amministratori di Saviano, molto presenti il 2 novembre, professando prima del culto religioso quello edonistico di sé stessi, ignorano tra l’altro lo stato di precarietà manutentiva delle nostre chiese locali, soprattutto di quelle
cimiteriali. Purtroppo un’eredità amministrativa di indifferenza e disattenzione per lavori da molti anni forse ritenuti marginali e senza ricadute di consenso elettorale.
Comunque finora solo silenzio del Sindaco e dell’Assessore delegato!

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti