lunedì 26 Settembre 2022
HomeAppuntamentiScario. Memorial in ricordo del generale dell' esercito italiano, Sebastiano Giuliano

Scario. Memorial in ricordo del generale dell’ esercito italiano, Sebastiano Giuliano

Scario.  Memorial in ricordo del generale dell’ esercito italiano, Sebastiano Giuliano. Onore al merito nella cittadina di mare che gli diede i natali: Scario e  Marigliano dove vive il fratello Franco.
L’ appuntamento e’ per giovedì 8 settembre alle 16 30.Sarà una cerimonia che vedrà intervenire i massimi esponenti dell’ arma tra cui anche la marina navale del luogo..
Ad introdurre la manifestazione sarà la giornalista, Anita Capasso, che ricorderà la figura del generale Giuliano.
Saranno presenti i familiari e il fratello, Franco Giuliano.  Ma chi era  Sebastiano Giuliano? Era anche un mariglianese visto che il papà finanziere si era trasferito insieme alla moglie qui . Entro’ nell’ accademia di Modena nel ‘ 64. Dopo il triennio frequento’ la scuola di guerra a Torino, poi  a Udine, Reggio Emilia, Padova e successivamente al comando Tosco Emiliano di Bologna. Col grado di generale dell’ esercito italiano ha condotto i  lupi di Toscana e i Vespri siciliani a Palermo negli anni bui del maxi processo e della morte dei giudici Giovanni Falcone e Paolo  Borsellino. Fu uno  dei primi soccorritori alla strage di Bologna del 2 agosto. Comandante delle spedizioni a Sarajevo e in Bosnia Erzegovina. Sono numerose  le missioni umanitarie che ha svolto. tra cui  la. missione Alba a Valona. Nato a Scario  il 13 febbraio  del 1945. era l’ orgoglio di mamma Maddalena Fonseca, originaria del luogo. A ricordarne l’ immenso spessore sarà la  figlia Silvia Giuliano.
Tra i tanti riconoscimenti ricordiamo la croce di bronzo in qualità di tenente colonnello: “A  Sebastiano Giuliano nato il 13 febbraio 1945 a San Giovanni  a Piro (Salerno) con la seguente motivazione: “Capo cellula G1   inquadrato   nel  comando  della  brigata  multinazionale  nord, nell’ambito  dell’operazione  Constant  guard/forge,  ha  operato con
grandissima  professionalita’,    sicura    competenza,    spiccata concretezza.  Ottimo  conoscitore  del  corpo  normativo,  dotato  di eccezionale  spirito di servizio, ha sviluppato un’efficace azione di consulenza  e controllo nei confronti delle unita’ dipendenti, per le
quali  e’  stato sagace consigliere e sicuro punto di riferimento per direttive,  suggerimenti, supporto tecnico-normativo, sia nel settore dell’amministrazione  del  personale, sia nel campo giuridico-legale.
Particolare  menzione meritano la pianificazione degli avvicendamenti del  personale,  nei  settori  chiave  del  comando  della BMNN e dei reparti   di   supporto,  messa  a  punto  dall’ufficiale  in  teatro d’operazioni  e  realizzatosi  con  puntualita’  e sincronia, nonche’
l’efficiente  organizzazione  e  coordinamento  delle importantissime relazioni  esterne  e  delle  cerimonie effettuate in occasione delle visite  di  altissime  personalita’  italiane  e  straniere. Militare convinto,  professionista  preparato  ed  entusiasta,  supportato  da
eccellenti  qualita’  umane e professionali e da una vasta e profonda cultura  generale,  ha  fornito,  in  ogni circostanza, un apporto di collaborazione e di consulenza estremamente proficuo e fattivo. Chiarissimo  esempio  di  ufficiale che ha contribuito in maniera
determinante ad elevare l’immagine della brigata e della Forza armata in ambito internazionale”. Sarajevo, 31 marzo-6 ottobre 1998 anche nel settore del comando e controllo e  del  sostegno  logistico  per  i  materiali  delle trasmissioni ed
informatici. Brillantissimo  ufficiale,  animato  da viva passione che, con il
suo  operato,  ha  dato  lustro alla brigata e all’Esercito in ambito internazionale”.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti