venerdì 3 Febbraio 2023
HomeCronacaPronte le "bombe" D10S. Scoperta fabbrica clandestina nel Nolano, 3 arresti

Pronte le “bombe” D10S. Scoperta fabbrica clandestina nel Nolano, 3 arresti

Nola. Ordigni pirotecnici pericolosi che sfruttavano il nome suggestivo che richiama l’amato campione Diego Armando Maradona, anche questi sequestrati in una fabbrica clandestina nel Nolano. Alcuni botti erano, infatti, confezionati con la scritta “D10S” e con i colori della Nazionale argentina.
Ad effettuare la scoperta di una fabbrica clandestina di artifizi pirotecnici, che ha portato anche a tre arresti, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, in particolare ad effettuare l’intervento i militari del Gruppo di Nola (agli ordini del maggiore Matteo Pio Angelillis) in una zona rurale di Piazzolla di Nola.

Le Fiamme Gialle hanno rinvenuto numerosi macchinari, oltre 1 tonnellata di artifizi pirici pronti per essere immessi sul mercato, migliaia di prodotti utili per il confezionamento e quasi 5 quintali di polvere pirica.
Tra i botti sequestrati, molti avevano marchio “CE” contraffatto.
Anche gli esami sul materiale sequestrato, effettuati con l’ausilio di personale specializzato dell’Esercito, hanno confermato una composizione particolarmente instabile, pericolosa e altamente esplosiva della polvere pirica. Arrestati tre responsabili per detenzione e omessa denuncia di materiale esplodente, tutti originari della provincia di Napoli.
Da sottolineare quanto fosse pericoloso il sito clandestino in sé e gli stessi prodotti che, in entrambi i casi, non rispettavano le minime norme di sicurezza.

Abbiamo bisogno di un piccolo favore

Nel 2020, 2 milioni 145mila persone hanno letto gli articoli de La Provincia Online. Eppure, siamo rimasti tra i pochi giornali online non a pagamento e lo abbiamo fatto perché siamo convinti che tutti meritino l'accesso ad una informazione corretta e trasparente. Ma stiamo subendo anche noi gli effetti una crisi economica senza precedenti, eppure abbiamo continuato a migliorarci, a studiare nuove rubriche e trasmissioni per la nostra webtv (che trasmette per ora sulla nostra Pagina Facebook). Per continuare a fare giornalismo di inchiesta, in un territorio difficile come il nostro, adesso abbiamo bisogno di voi lettori. Non abbiamo proprietari milionari. Il nostro giornale è libero da influenze commerciali e politiche e così vogliamo restare. Voi con il vostro piccolo aiuto economico ci permetterete di mantenere la nostra indipendenza e libertà. Un piccolo o grande aiuto che permetterà alla Provinciaonline di continuare ad informarvi su quello che tanti non vogliono dirvi.

Articoli recenti